Servizio minuta manutenzione edile idraulico e spurghi

La convenzione tra Soggetto Aggregatore e Fornitore (Rep. 102/2022 PG 69000/2022) è attiva per la firma di nuovi OF/OAF (Ordinativi di fornitura da parte di Enti) dal 16.11.2022 al 15.11.2024, fatti salvi l’eventuale rinnovo fino ad un massimo di 24 (ventiquattro) mesi con massimale pari al massimo a quello originario e l’eventuale proroga fino all’esaurimento del massimale, comunque, per un periodo non superiore a 12 (dodici) mesi.

 

Suddivisione nei tre lotti e capienze massime:

  • LOTTO 1 CIG: 9294245D98
    Amministrazioni/Enti aventi sede nelle Province di Bologna, Modena e Ferrara
    Massimale: 5.150.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)
  • LOTTO 2 CIG: 92944685A1
    Amministrazioni/Enti aventi sede nelle Province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini
    Massimale: 4.120.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)
  • LOTTO 3 CIG: 9294497D8D
    Amministrazioni/Enti aventi sede nelle Province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza
    Massimale: 2.060.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)


Fornitore: CNS – Consorzio Nazionale Servizi Società Cooperativa (consorziata esecutrice: Formula Servizi Società Cooperativa)
Pec: consorzionazionaleservizi@legalmail.it
Referente: ing. Guido Tacchi Venturi tel. 335.132 7824

 

Appalto verde ai fini del monitoraggio di cui al Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione.

 

Descrizione sintetica del Servizio

Obiettivo del servizio è porre in essere tutte le attività necessarie a garantire il permanere dei requisiti minimi delle costruzioni (rif. Regolamento (UE) n. 305/2011 – all. 1).

Sono a carico del Fornitore le attività ordinarie intese come:

  • Manutenzione programmata preventiva attuata mediante monitoraggi, verifiche periodiche e minute attività manutentive;
  • Manutenzione riparativa (a guasto, in servizio reperibilità 24 h/24 e 365 gg/anno).


Gli Enti possono aderire al Servizio secondo una delle due seguenti modalità:

 

1. Servizio “Minuta manutenzione edile” che comprende:

  • tutte le attività di monitoraggio, verifica e controllo dello stato manutentivo e l’esecuzione di attività associate (tabella “V”), nonché una serie di attività di minuta manutenzione edile accorpate per categoria (tabella “I”) e la gestione della manutenzione a guasto in servizio reperibilità;
  • tutte le attività necessarie per garantire la possibilità di uso, ai sensi delle normative vigenti, degli approntamenti integrati con i fabbricati necessari per eseguire in sicurezza le attività in altezza: linee di vita, passerelle, andatoie, scale per l’accesso in sicurezza a coperti e sottotetti, nonché gli oneri per le nuove realizzazioni e/o le integrazioni necessarie (anche provvisorie), verifiche e controlli periodici. Questa attività è da completarsi entro 120 giorni naturali e consecutivi dal verbale di presa in consegna/OF, fatte salve le successive attività di verifica e controlli periodici.


2. Servizio “Idraulico e spurghi” che può essere attivato solo da parte degli Enti che aderiscano anche al Servizio “Minuta manutenzione edile” di cui sopra e comprende:

  • tutte le attività di monitoraggio, mediante verifica e controllo dello stato manutentivo e l’esecuzione di attività associate (cadenze periodiche come da tabella “V”) e la gestione della manutenzione a guasto in servizio reperibilità;
  • un servizio di monitoraggio dei consumi idrici bimestrale, una campagna di sostituzione di tutte le cassette di scarico prive di doppio pulsante o analogo sistema di riduzione del consumo idrico e una campagna di applicazione di riduttori di flusso con aeratore sulle rubinetterie (entrambe da completarsi entro 90 giorni dal verbale di presa in consegna).


Il corrispettivo a canone comprende, per entrambi i servizi, l’attivazione da parte del Fornitore di un Sistema Informativo dedicato che gestisce le attività di reperibilità 24/24h e 365 giorni/anno, un Contact center e le altre attività concernenti l’erogazione dei servizi. Il Sistema Informativo gestisce le attività programmate in relazione ai tempi di esecuzione, al relativo completamento, i ticket di intervento, i report mensili e prevede alert in caso di mancato rispetto delle tempistiche. È garantita la customizzazione del Sistema Informativo alla realtà dell’Ente contraente entro 10 giorni dalla presa in consegna.

 

Durata contratti attuativi - Ordinativi di fornitura (OF): 24 o 36 mesi.


Durata Ordinativi aggiuntivi di fornitura (OAF): il termine di scadenza coincide quello dell’OF di cui costituiscono contratti modificativi/integrativi.

Importo minimo degli OF: 10.000,00 euro – al netto dell’IVA (fatta salva la facoltà del Fornitore accettare richieste di ordinativi inferiori al suddetto minimo, in base alla capienza della convenzione).


Chi può aderire: le Pubbliche Amministrazioni come definite dall’articolo 1, comma 2, D.Lgs. n. 165/2001, gli Enti non sanitari, i soggetti di cui all’articolo 2, comma 573, Legge n. 244/07 e i movimenti politici, ex articolo 24, comma 3, Legge n. 289/2002, aventi sede nelle province del territorio della Regione Emilia Romagna come accorpate nei tre lotti.


Come aderire: invio tramite pec della richiesta preliminare di fornitura (RPF) al fornitore (consorzionazionaleservizi@legalmail.it) e, per conoscenza, al Soggetto aggregatore (cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it) secondo il modello di RPF che si allega.

 

Iter di adesione:

  • Nei 5 gg successivi al ricevimento della RPF il Soggetto aggregatore comunica al Fornitore e all'ente richiedente la legittimazione alla adesione;

  • Il Fornitore, entro 10 giorni, comunica all’Ente in forma scritta, la correttezza e completezza della RPF e la possibilità di aderire o meno alla convenzione in relazione alla capienza del massimale (fatto salvo l'esito positivo del sopralluogo) proponendo una data per il sopralluogo, da iniziare congiuntamente al referente dell’Ente entro 15 giorni, salvo diversi accordi tra le parti;

  • Il sopralluogo viene concluso entro 45 giorni dalla data di inizio dello stesso oppure entro il periodo più breve definito in contraddittorio, in relazione alla consistenza degli immobili di cui all’RPF;

  • Nei 20 giorni successivi alla conclusione del sopralluogo il Fornitore predispone ed invia all’Ente il Piano dettagliato del servizio (PDS), modificabile su richiesta dell’Ente con procedura come da articolo 5.2 del capitolato;

  • L’Ente, una volta accettato con comunicazione via pec il PDS, dispone con determina l'affidamento diretto al Fornitore in adesione alla convenzione, acquisendo un CIG derivato collegato al CIG padre acquisito dal Soggetto aggregatore e approvando il PDS;

  • Successivamente l'Ente emette l'Ordinativo di Fornitura ovvero il contratto biennale o triennale che - controfirmato anche dal Fornitore - regola i rapporti tra loro, nel rispetto della convenzione che costituisce il contratto normativo. All’OF è allegato obbligatoriamente il PDS ed i relativi allegati.


Incentivo art. 113 del c.c.p.: in sede di emissione di OF/OAF, l’Ente dovrà corrispondere (se già dotato di regolamento per incentivo delle funzioni tecniche)/accantonare (nelle more dell’adozione del relativo regolamento) una quota pari a un quarto dell'incentivo previsto dal comma 2 del citato articolo, in favore del Soggetto aggregatore.

 

Obblighi derivanti dalla Clausola sociale: si segnalano gli obblighi derivanti dalla Clausola sociale di cui all'art. 25 del disciplinare di gara, che qui si riporta:
Al fine di promuovere la stabilita occupazionale, nel rispetto dei principi dell'Unione Europea, e ferma restando la necessaria armonizzazione con l'organizzazione dell'operatore economico subentrante e con le esigenze tecnico-organizzative e di manodopera dei singoli Ordinativi di Fornitura, l'aggiudicatario del contratto di appalto è tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze dell'aggiudicatario uscente, come previsto dall'art. 50 del Codice e dalle Linee Guida ANAC n. 13 del 13.2.2019, garantendo l'applicazione dei CCNL di settore, di cui all'art. 51 del D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81. Si specifica che, come da chiarimento fornito dal Presidente A.n.ac. in data 29 maggio 2019, ciascuna amministrazione, in sede di emissione dell’ordinativo per il singolo contratto, fornisce all’affidatario della convenzione le informazioni relative al personale utilizzato nel contratto in corso di esecuzione e, sulla base di tali dati, l’aggiudicatario presenta all’amministrazione richiedente il piano di compatibilità.”

 

Subappalto: In ragione della natura e complessità delle prestazioni caratterizzanti l’intero servizio, non possono costituire oggetto di subappalto e devono pertanto essere eseguite a cura del Fornitore le seguenti attività:

a) rapporti con il Soggetto aggregatore e gli Enti contraenti, questi ultimi dalla Richiesta preliminare di fornitura alla scadenza degli OF e OAF;

b) organizzazione tecnica e coordinamento delle singole attività degli OF, anche con riferimento alla sicurezza;

c) coordinamento tecnico e verifica dell’avvenuto completamento delle attività programmate e relative certificazioni;

d) coordinamento tecnico e verifica dell’avvenuto completamento delle singole attività a chiamata e relative fasi (sopralluogo, messa in sicurezza, certificazioni).

Il Fornitore ha dichiarato di volersi avvalere della possibilità di subappaltare l’esecuzione delle opere, prestazioni e servizi che rientrano nelle seguenti categorie:

  • Controllo, verifica, monitoraggio, gestione, conduzione, manutenzione ordinaria e straordinaria di strutture e complementi edili;
  • Controllo, verifica, monitoraggio, gestione, conduzione, manutenzione ordinaria e straordinaria di impianti idrici e idraulici;
  • Controllo, verifica, monitoraggio, gestione, conduzione, manutenzione ordinaria e straordinaria di impianti per lo smaltimento delle acque, sia meteoriche che reflue
  • Gestione dei rifiuti;
  • Smaltimento macerie, fluidi residui e contenitori;
  • Gestione di componenti contenenti amianto e fibre artificiali vetrose;
  • Gestione di sostanze pericolose;
  • Segnaletica di sicurezza e vie di esodo;
  • Ppere comprese nella categoria OG1.


L'autorizzazione all'eventuale subappalto, essendo attinente alla fase esecutiva, è di competenza del singolo Ente contraente.
Restano in capo agli Enti Contraenti, qualora ne ricorrano i presupposti, le modifiche in corso di esecuzione del contratto ai sensi dell'art. 106, commi 1, lett. b), c), d), e), 2 e 12 del D.Lgs. n. 50/2016 come previsto dall'art. 4 del Disciplinare.

 

Documenti di interesse allegati:


Contatti del Soggetto Aggregatore:

per informazioni tecniche: ing. Lisa Prandstraller - t. 051.659 8140 e-mail: lisa.prandstraller@cittametropolitana.bo.it

dott.ssa Francesca Monari - t. 051.659 8628 e-mail francesca.monari@cittametropolitana.bo.it

dott.ssa Irene Astorri – t. 051.659 8725 e-mail irene.astorri@cittametropolitana.bo.it

dott.ssa. Giada Gaetta - t. 051.659 8713 e-mail giada.gaetta@cittametropolitana.bo.it

dott. Stefano Saletti – t. 051.659 8586 e-mail stefano.saletti@cittametropolitana.bo.it

dott. Francesco Sichetti - t. 051.659 8115 e-mail francesco.sichetti@cittametropolitana.bo.it