Manutenzione impianti di trasporto e sollevamento - Esecuzione del servizio

Le convenzioni tra Soggetto Aggregatore e Fornitore (Lotto 1: Rep. 36/2020 PG 47483/2020, Lotto 2: Rep. 37/2020 PG 47484/2020 Lotto 1: Rep. 38/2020 PG 47485/2020) è attiva per la firma di nuovi OF/OAF (Ordinativi di fornitura da parte di Enti) dal 16.9.2020 al 15.9.2022, fatto salvo l’eventuale esaurimento del massimale prima della scadenza o, dal 16.9.2022, l’eventuale rinnovo fino ad un anno con massimale corrispondente.

I soggetti legittimati ad aderire ed il relativo iter sono disciplinati nel dettaglio agli artt. da 8 a 12 di ciascuna convenzione.


Referenti del Soggetto Aggregatore:
ing. Lisa Prandstraller t. 051.659 8140 e-mail lisa.prandstraller@cittametropolitana.bo.it
dott. Francesca Monari t. 051.659 8628 e-mail francesca.monari@cittametropolitana.bo.it
dott. Giada Gaetta t. 051.659 8713 e-mail giada.gaetta@cittametropolitana.bo.it


Descrizione sintetica del Servizio:
Ordinativi di fornitura (OF) della durata di 24 mesi per il servizio di manutenzione e pulizia delle aree verdi che comprendono a canone:

  • Sopralluoghi sugli impianti mensili, trimestrali e semestrali ai fini di verifiche di regolare funzionamento e di sicurezza finalizzati alla manutenzione predittiva, con tenuta ed aggiornamento del libretto di impianto;
  • assistenza alle verifiche periodiche biennali;
  • servizio di reperibilità 24h/24, con intervento entro mezzora per persone bloccate, un’ora negli altri casi;
  • informatizzazione del servizio;
  • sono compresi nel canone tutti gli interventi che non prevedono sostituzioni di componenti dell’impianto (manovre, regolazioni, ecc.);
  • tutte quelle riparazioni o sostituzioni conseguenti a danneggiamenti dovuti a incendio, qualora fosse innescato dagli impianti elettrici relativi all’elevatore, a sue parti o componenti;
  • gli interventi tampone e la messa in sicurezza nel caso di malfunzionamenti degli impianti che richiedano successivamente interventi di manutenzione correttiva a guasto;
  • interventi di manutenzione correttiva a guasto fino al limite del 20%.


E’ possibile attivare prestazioni extra-canone fino al 20% dell’OF; si veda art. 10.2 del capitolato.

 

Fornitore aggiudicatario: MARROCCO ELEVATORS s.r.l. - marrocco-elevators@legalmail.it – tel. 06.439 3968


LOTTO 1: Amministrazioni/ Enti aventi sede nelle Province di Bologna, Modena e Ferrara - CIG 8136723C39: importo max 2.020.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)
LOTTO 2: Amministrazioni/ Enti aventi sede nelle Province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini - CIG 8136745E60: importo max 1010.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)
LOTTO 3: Amministrazioni/ Enti aventi sede nelle Province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza - CIG 813676815F: importo max 1.111.000,00 euro (compresi oneri della sicurezza)

 
Come aderire: Per aderire è necessario inviare via pec una richiesta preliminare di fornitura (RPF), non vincolante, al Fornitore (marrocco-elevators@legalmail.it) e, per conoscenza, al Soggetto aggregatore (cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it) secondo il modello di RPF che si allega (100 KB)

  • Nei 5 gg successivi al ricevimento della RPF il Soggetto aggregatore comunica al fornitore e all'ente richiedente la legittimazione alla adesione;
  • il Fornitore, entro 5 giorni, comunica all’Ente in forma scritta, la correttezza e completezza della RFP e la possibilità di aderire o meno alla convenzione in relazione alla capienza del massimale (fatto salvo l'esito positivo del sopralluogo) e propone una data per il sopralluogo, che deve essere svolto entro 30 giorni;
  • a conclusione del sopralluogo, il Fornitore predispone ed invia all’Ente il Piano dettagliato del servizio (PDS), modificabile su richiesta dell’Ente con procedura come da capitolato;
  • l’Ente, una volta accettato il PDS, dispone, con determina, l'affidamento diretto al fornitore in adesione alla convenzione stipulata dal Soggetto aggregatore, acquisendo un CIG derivato collegato al CIG padre acquisito dal Soggetto aggregatore per ciascun lotto (detta determina approva il PDS);
  • successivamente l'Ente emette l'Ordinativo di Fornitura ovvero il contratto biennale, controfirmato dalle parti, che regola i rapporti tra l'Ente stesso e il Fornitore, allegando obbligatoriamente il PDS ed i relativi allegati.

 

Documenti di interesse allegati:

 

Importo minimo degli OF: 10.000,00 euro (fatta salva la facoltà del Fornitore accettare richieste di ordinativi inferiori al suddetto minimo, in base alla capienza della convenzione)


Obblighi derivanti dalla Clausola sociale: si segnalano gli obblighi derivanti dalla Clausola sociale di cui all'art. 6 di ciascuna convenzione, che qui si riporta:
“In adempimento all'art. 50 del D.lgs. 50/2016, l'aggiudicatario del contratto di appalto è tenuto ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante alle dipendenze dell'aggiudicatario uscente, salva l'armonizzazione con la propria organizzazione aziendale. A tal fine ciascuna amministrazione, in sede di emissione dell’ordinativo per il singolo contratto, ai sensi delle Linee Guida A.n.ac. n. 13, come chiarito dal comunicato del Presidente della medesima Autorità in data 29 maggio 2019, fornisce all’affidatario della convenzione le informazioni relative al personale utilizzato nel contratto in corso di esecuzione e sulla base di tali dati l’aggiudicatario presenta all’amministrazione richiedente il piano di compatibilità.”


Subappalto: L'aggiudicatario può affidare in subappalto, in misura non superiore al 40% dell’importo di ogni singolo OF/OAF l’esecuzione delle seguenti prestazioni indicate in sede di offerta: manutenzione ordinaria, correttiva a guasto, manutenzione straordinaria, reperibilità e pronto intervento.
L'autorizzazione all'eventuale subappalto, essendo attinente alla fase esecutiva, è di competenza del singolo Ente aderente.


Elenco degli operatori economici che hanno partecipato alla gara (219 KB)


Restano in capo agli Enti Aderenti, qualora ne ricorrano i presupposti, le modifiche in corso di esecuzione del contratto ai sensi dell'art. 106, commi 1, 2 e 12, come previsto dall'art. 5 del Disciplinare.