XIV edizione de "I fuochi di Taranis" il festival di cultura estrusco-celtica di Monterenzio

Quest'anno abolita la plastica, tutte le stoviglie sono compostabili

Immagine dal profilo facebook
 

Prende il via venerdì 29 giugno la XIV edizione dei Fuochi di Taranis, una festa popolare che propone percorsi di rievocazione storica, seminari di approfondimento, insieme a musica e cucina a tema, per dare valore alla storia e alla bellezza della Valle dell’Idice.
Il festival di cultura estrusco-celtica prosegue nelle giornate di sabato 30 e domenica 1 luglio per riprendere il week end successivo, il 6,7 e 8 luglio.
La manifestazione offre un programma ricco di eventi, per tutte le età, stage di tiro con l'arco storico e lancio della scure, visite guidate al museo archeologico di Monte Bibele, matrimoni celtici, laboratori per bambini, concerti.

Grazie ai rievocatori, appassionati di storia che propongono spaccati di vita comune, del passato, sarà possibile rivivere le vicende degli uomini e delle donne che hanno abitato queste terre.
Quest’anno, l’associazione Ca’ di Brenno, che gestisce il festival, ha scelto di bandire la plastica dalla festa. Saranno utilizzate stoviglie compostabili: 250 kg di plastica non riciclabile saranno sostituiti da piatti posate e bicchieri che si dissolveranno nel gito di pochi mesi.
Il Festival, tra i più importanti in Italia nel suo genere, ha il patrocinio di: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Emilia-Romagna, la Città metropolitana di Bologna, della collaborazione dell’ Università di Bologna.


Il programma è sul sito Monterenzio Celtica
e sul profilo facebook: Fuochi di Taranis

 

 
 
Data di pubblicazione: 29-06-2018
Data ultimo aggiornamento: 28-06-2018
 

A cura di Ufficio stampa