Una nuova ciclovia sull'ex tramvia della pianura Bologna-Pieve di Cento

Sabato 17 l'inaugurazione con una pedalata da piazza Nettuno

Immagine storica di via Ferrarese
 

Sabato 17 ottobre verrà ufficialmente inaugurato dalla Associazione I Pedalalenta - FIAB Castel Maggiore - Terre di Pianura il nuovo percorso ciclabile che ripercorre la vecchia Tramvia che collegava Bologna a Pieve di Cento.
La partenza è fissata per le ore 9 da Piazza Nettuno a Bologna (ritrovo alle 8.30 davanti a eXtraBo), per partecipare è necessaria la prenotazione.

Il progetto, che oltre alla cicloescursione inaugurale prevede l'installazione di tabelle segnaletiche lungo il percorso e la realizzazione di materiale promozionale dell'itinerario, è co-finanziato da Destinazione turistica Bologna metropolitana all'interno del Programma turistico di promozione locale PTPL 2020 e da Unione Reno Galliera, oltre ad avere il patrocinio del Comune di Bologna. Il percorso si affianca alle ciclovie turistiche della Pianura Bolognese, già in parte fruibili o in corso di realizzazione (Ciclovia del Sole, Ciclovia del Navile, Ciclovia del Reno, Ciclovia Antiche Paludi Bolognesi), che insieme ad altri itinerari ciclabili stanno delineando una sempre più completa offerta cicloturistica dell'area.

L’Associazione I Pedalalenta-FIAB Castel Maggiore, assieme alla sezione di Pieve di Cento, si è posta l’obiettivo di riscoprire il percorso dell'ex tramvia Bologna-Pieve di Cento-Malalbergo, della quale esistono ancora oggi evidenti tracce di manufatti in discreto stato di conservazione, e di ripercorrerne il tracciato rendendolo fruibile agli amanti della bicicletta riscoprendone la valenza storico ambientale in chiave green.

Il percorso è totalmente pianeggiante, per un totale di 42 Km dei quali la metà su piste ciclabili protette e per il resto su strade secondarie. L’inizio del percorso è nei pressi della Stazione di Bologna, all’inizio della recente pista ciclabile che da via S. Serlio collega la zona della Dozza passando per Casaralta. Da Dozza, dove la ferrovia si divideva in due rami è necessaria una deviazione su percorsi ciclabili raggiungendo Corticella. Da qui si percorre la pista ciclabile Primo Maggio-Trebbo dove è presente il manufatto dell'ex stazione di Trebbo. Percorrendo la strada sotto l’argine del Reno si raggiungono le località di Boschetto e Casadio, dove è ancora visibile la stazione in stato di abbandono. Piazza Caduti della Libertà ad Argelato si raggiunge deviando per la frazione di Stiatico. Da qui esclusivamente per ciclabili recentissime adiacenti la via Centese si passano la fermata di San Donino/Volta Reno, la stazione con annesso magazzino ancora visibile di Castello d’Argile, la fermata “Filippetti" nei pressi della chiesina di S.Anna ed infine il “ terminal “ di Pieve di Cento con la stazione in via di ristrutturazione.

L'itinerario sarà illustrato in un pieghevole dedicato, realizzato in italiano e in inglese e disponibile da sabato presso il punto informativo eXtraBo in piazza del Nettuno a Bologna.

Per informazioni e prenotazioni 3474400602 Bruno –  3474817316- Alessandro (ore serali) - info@pedalalenta.it

Per scaricare la traccia GPX : https://www.openrunner.com/r/11927488

 
 
Data di pubblicazione: 13-10-2020
Data ultimo aggiornamento: 15-10-2020
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy