Coronavirus, le nuove misure di contenimento in vigore nel territorio della città metropolitana di Bologna

Sospese fino al 3 aprile le attività di pub, sale giochi, sale scommesse, musei, biblioteche, palestre, piscine e centri diurni. Confermata chiusura scuole (al momento fino al 15 marzo)

informatva
 

Nella notte tra il 7 e l’8 marzo è stato firmato, dal Presidente del Consiglio Conte, il nuovo DPCM che introduce misure più restrittive per diverse province del nord Italia (oltre all’intera Lombardia) ed altre misure per il resto del territorio nazionale (compreso la città metropolitana di Bologna). Nella serata dell’8 marzo inoltre un’ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna Bonaccini ha chiarito alcuni aspetti del Dpcm ed introdotto ulteriori restrizioni. Ecco dunque il quadro delle misure attualmente in vigore sul nostro territorio

Il Dpcm del Governo prevede anche per il territorio della città metropolitana di Bologna queste nuove ULTERIORI PRESCRIZIONI in vigore dall’8 marzo al 3 aprile, oltre a confermare le misure già in vigore tra le quali la sospensione di nidi, scuole e Università (al momento fino al 15 marzo).
 
🔴 Sono sospese le attività per pub, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, scuole di ballo, discoteche e locali assimilati (con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione).

🔴 Sono sospese le aperture dei musei e degli altri luoghi della cultura comprese le biblioteche.

🔴 LIMITAZIONI DEGLI SPOSTAMENTI da e verso le province di Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Rimini, Pesaro, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia, e tutta la regione Lombardia. Spostamenti consentiti esclusivamente per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione e residenza.
In merito a questo aspetto la Regione ha poi chiarito come “non esistano restrizioni per la mobilità dei lavoratori e delle merci né all’interno del Paese né tra il nostro Paese e gli altri. Dunque, chi deve spostarsi per ragioni di lavoro, anche fra le province e all’interno di esse, lo può fare. E’ quindi garantito il diritto a lavorare per chi è in buona salute, non presenta sintomi né debba rispettare il periodo di quarantena. Con l’avvertenza che si tratti sempre di spostamenti per ragioni di lavoro o di necessità.” (scarica il modulo di autodichiarazione per gli spostamenti)

🔴 L’ordinanza della Regione ha esteso a tutto il territorio regionale (compreso quindi quello della città metropolitana di Bologna) la sospensione dell’attività di palestre, piscine, attività ricreative. Con la stessa ordinanza, dal 10 marzo, viene sospesa l’attività dei centri diurni e dei centri sociooccupazionali per disabili in tutta l’Emilia-Romagna incentivando dove possibile percorsi di domiciliarità.

🔴 Sono inoltre confermate le misure per ristoranti e bar per i quali lo svolgimento delle attività è consentito ma con l’obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.
Anche gli esercizi commerciali rimangono aperti con la raccomandazione di ingressi contingentati e distanza un metro.

 

🔴 L’ordinanza della Regione infine stabilisce, dal 10 marzo, per gli addetti impegnati nel servizio a contatto con i clienti nei saloni di barbiere e parrucchiere, gli istituti di bellezza, manicure e pedicure, le attività di Tatuaggio e piercing l'obbligo di indossare una mascherina e guanti monouso, lavarsi le mani fra un cliente e l’altro con gel idroalcolico e pulire le superfici con soluzioni a base di alcol o cloro.

ALLEGATI
Dpcm 8 marzo
Ordinanza Regione Emilia-Romagna 8 marzo
Direttiva Viminale ai Prefetti su controlli nelle aree a contenimento rafforzato - 8 marzo
Le raccomandazioni per contenere il contagio
Modulo di autodichiarazione per gli spostamenti

Le altre notizie sul CORONAVIRUS
4 marzo - Coronavirus, scuole e università chiuse fino al 15 marzo, ecco il nuovo decreto del governo
4 marzo - Coronavirus, "Rette scolastiche scontate a tutte le famiglie della città metropolitana"
29 febbraio - Confermata la chiusura di nidi, scuole e Università fino all’8 marzo
26 febbraio - Coronavirus, Merola ai sindaci: "non si assumano iniziative difformi tra i Comuni"
24 febbraio - Chiuse scuole e nidi, sospese manifestazioni ed eventi fino al 1 marzo. Tutte le misure adottate contro il Coronavirus

 
 
Data di pubblicazione: 09-03-2020
Data ultimo aggiornamento: 10-03-2020
 

A cura di Ufficio stampa

 
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della Città metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy