Organi Antichi, la storica rassegna di musica organistica compie 30 anni

Concerti gratuiti per valorizzare gli oltre 400 strumenti presenti nel territorio metropolitano

Foto dal sito iwww.organiantichi.org
 

Sabato 24 marzo prenderà il via la trentesima edizione di “Organi Antichi, un patrimonio da ascoltare”, la storica rassegna di musica organistica che propone concerti per valorizzare il patrimonio di oltre 400 strumenti costruiti dal XV sec. in poi, presenti nel territorio metropolitano di Bologna.
Fino a novembre oltre undici concerti gratuiti si succederanno secondo un programma che comprende anche ospiti internazionali e inediti di musiche che vanno dall'epoca barocca alla contemporanea. La rassegna è diretta dal M° Andrea Macinanti, ricercatore e concertista internazionale, musicologo e docente di Organo presso il Conservatorio «G. B. Martini» di Bologna.
In trenta edizioni la rassegna ha proposto più di seicento concerti a ingresso gratuito, che hanno visto la presenza dei più eccellenti organisti e di una caleidoscopica moltitudine di voci e di strumenti. Il libretto di quest’anno ripercorre questi trent’anni in modo dettagliato con foto, date, nomi di artisti e di gruppi, iniziative di formazione, di valorizzazione e di divulgazione.
Quest'ultima edizione si apre dunque il 24 marzo a Minerbio con un concerto del grande organista tedesco Klemens Schnorr, che nel 1989 inaugurò la rassegna e che è stato spesso ospite sia come interprete, che come docente. La «Settimana organistica» realizzata in collaborazione col Conservatorio di Bologna G. B. Martini, sarà l'occasione per celebrare uno dei più importanti musicisti del ventesimo secolo, Olivier Messiaen, e per farlo è stato invitato Thomas Lacôte, suo successore alla Trinité e docente al Conservatorio di Parigi. Seguirà poi il consueto percorso intessuto per fare ascoltare i preziosi organi del territorio che si concluderà a Granarolo con un omaggio a Gioacchino Rossini nel centocinquantesimo anniversario della morte.

Il programma

Sabato 24 marzo a Minerbio concerto del grande organista tedesco Klemens Schnorr.
    
Lunedì 2 aprile a Castenaso concerto di Wladimir Matesic, accompagnato dalla soprano Serena Arnò in un programma che si incentrà sul virtuosismo nella musica sacra.

Sabato 7 aprile a Conselice (Ravenna) concerto dell’organista Marco Cadario e del cimbasso Eros Sabbatani impegnati su un programma particolarmente incentrato su trascrizioni da vari strumenti dedicate al «cimbasso», ossia al basso tuba.

Sabato 28 aprile, il giorno in cui cade esattamente il compleanno di Organi Antichi, la rassegna si ferma a Ca' de Fabbri, frazione di Minerbio, con il concerto “Sacre faville” sullo stile teatrale nella musica da Chiesa. L'organista Manuel Canale è accompagnato dalla soprano Alessandra Borin.
    
La prima parte della rassegna si chiude a Sant'Agostino (Ferrara) domenica 29 aprile con il concerto conclusivo della X edizione della Master class di tromba barocca, che sarà tenuta quest'anno da Mark Bennett, promossa dalla Proloco di S. Agostino- Sezione Amici della Musica, con la direzione artistica di Michele Santi. I partecipanti alla Masterclass saranno accompagnati per l’occasione da l’ensemble di trombe naturali (dir. M. Santi), dagli organisti Gabriele Levi, Matteo Bonfiglioli e Davide Casari e dal timpanista Marco Muzzati, oltre che dal Coro Polifonico «Sant’Agostino» diretto da Riccardo Galli e dal coro «Sicut Cervus» di Cento diretto da Maurizio Dinelli.

Sabato 22 settembre a Molinella un programma tutto dedicato alla tromba barocca, in particolare quella di Michele Santi che sarà accompagnato all'organo da Marco Arlotti. Per l'occasione il M° Santi suona una tromba barocca R. Egger (copia di Johann Leonhard Ehe II, Norimberga, ne XVII sec.) e una cornetta a pistoni F. Besson Grand Prix, 1906

Sabato 20 ottobre a San Lazzaro di Savena l’organista Stefano Molardi sarà impegnato in un programma omaggio a Johann Sebastian Bach.

Sabato 3 novembre a Casalecchio di Reno concerto dell’«Ensemble Phonurgia Nova» con l'organista Giuseppe Monari, il soprano Miho Kamiya e le trombe Antonio Quero e Marco Vestiboli.

Sabato 17 novembre, alle ore 16 a Bologna presso la Sala Bossi del Conservatorio di Bologna concerto dell'Orchestra del Conservatorio di Bologna diretta da Vincenzo De Felice e accompagnata all'organo da Andrea Macinanti.

Venerdì 23 novembre a Baricella concerto dell'organista Francesco Tasini con un repertorio tutto dedicato a Johann Sebastian Bach.

Infine, come da tradizione, il concerto di Granarolo di domenica 16 dicembre, chiude la rassegna. Quest’anno il programma è un omaggio a Gioacchino Rossini nel 150° anniversario della morte. Chiuderà la stagione all'organo il direttore di Organi Antichi Andrea Macinanti. Ad accompagnarlo il coro della Cappella Musicale Arcivescovile della Basilica di San Petronio in Bologna diretto dal M° Michele Vannelli che per l'occasione dirigerà la giovanissima soprano Caterina Manicardi, il tenore Alberto Allegrezza, l'oboista: Marino Bedetti, i violinisti Glauco Bertagnin e Matteo Valerio, il violoncellista Enrico Mignani, la contrabbassista Valentina Ciardelli.

 

Info: www.organiantichi.org

 
 
Data ultimo aggiornamento: 20-09-2018
 

A cura di Ufficio stampa