Card Musei Metropolitani di Bologna

Per visitare i musei della città e dell’area metropolitana, tra cui quello della Civiltà contadina di Bentivoglio

Immagine della Card Musei metropolitani

Arriva la Card Musei Metropolitani di Bologna, l’abbonamento che offre accesso illimitato alle collezioni permanenti e ingresso a prezzo ridotto alle mostre temporanee di tanti musei della città e dell’area metropolitana. Una proposta pensata per i cittadini, ma aperta a tutti residenti, city user, studenti e a chiunque sia interessato a usufruire di questa opportunità.

Sono 63 le realtà attualmente comprese nella rete della Card: 23 musei offrono agli abbonati l’ingresso gratuito e illimitato alle collezioni permanenti, tra cui Villa Smeraldi Museo della Civiltà Contadina di San Marino di Bentivoglio, 4 musei offrono l’ingresso a prezzo ridotto; inoltre sono compresi 36 musei e spazi espositivi già normalmente a ingresso gratuito, le cui attività saranno promosse per offrire agli abbonati un quadro complessivo delle opportunità offerte dal sistema museale.
Per la prima volta sono così riuniti in un unico circuito l’Istituzione Bologna Musei del Comune di Bologna, Genus Bononiae. Musei nella città, SMA Sistema Museale d’Ateneo, il Museo Ebraico e i Musei di qualità della Città Metropolitana riconosciuti dalla Regione Emilia-Romagna.


La Card, personale e valida per dodici mesi a partire dalla data di attivazione, sarà disponibile da mercoledì 6 aprile al prezzo di 25 euro, presso le biglietterie di Bologna Welcome, del Teatro Anatomico dell’Archiginnasio e dei musei dell’Istituzione Bologna Musei.
La Card offre anche altri vantaggi, come la possibilità di partecipare alle attività dei musei con tariffe scontate, riduzioni sui biglietti per spettacoli teatrali, stagioni musicali e rassegne cinematografiche.

L’iniziativa nasce nell’anno in cui il Comune celebra il Nono centenario dalla sua fondazione, con l’obiettivo di promuovere la conoscenza e l'accesso a un patrimonio storico e artistico fondamentale per la definizione dell’identità culturale e comunitaria della città: la Card Musei unisce la volontà di favorire un processo di riscoperta delle fondamenta culturali, civili, sociali della comunità bolognese, estesa ben oltre le mura cittadine, alla necessità di valorizzare il patrimonio custodito dai tanti musei che contribuiscono a rendere Bologna e l’area metropolitana un territorio unico per varietà e ricchezza dell’offerta culturale.

I musei che attualmente partecipano al circuito rappresentano un primo, fondamentale nucleo di istituzioni, a cui, nel corso del 2016 e dei prossimi anni, si aggiungeranno altre realtà, pubbliche e private, con l’obiettivo di accrescere progressivamente il valore della Card, incrementando il numero delle strutture coinvolte, guardando anche al di fuori dell’area metropolitana, così come la qualità dei servizi aggiuntivi.

"In questi anni le iniziative per rilanciare la cultura sono state tantissime e i risultati si vedono nella frequentazione dei nostri musei e dall'aumento consistente del turismo - ha dichiarato il sindaco metropolitano Virginio Merola - La nuova Card Musei Metropolitani è un servizio in più che vogliamo dare a Bologna e a tutta la sua area metropolitana. E' uno strumento pensato per tutti i residenti, nello specifico per incentivare la fruizione dei musei da parte delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi, che con la nuova Card infatti potranno ottenere forti sconti. Un'occasione da non perdere. Continuiamo così".

 

Tutte le informazioni aggiornate, con l’elenco dei musei aderenti, le promozioni e le opportunità per gli abbonati sono pubblicate sul sito www.cardmuseibologna.it

 
 
Data ultimo aggiornamento: 23-03-2016
 

A cura di Ufficio stampa