Comunicato stampa

Evangelisti: la Città metropolitana finanzia lo studio di fattibilità della bretella Sasso Marconi Pianoro


 

 

"Oggi pomeriggio nel corso del mio intervento di apertura avente ad oggetto  Ponte Leonardo di Sasso Marconi  e la viabilità attigua, con particolare riguardo anche allo stato della SP 325, ho chiesto altresì  delucidazioni circa lo studio di fattibilità della bretella Sasso Marconi - Pianoro.

Ricordo infatti come  la Città metropolitana ha accolto il mio emendamento, volto  a reperire risorse per la bretella Sasso Marconi - Pianoro, in sede di approvazione del bilancio di previsione. 

Si è trattato di  un fatto davvero inaspettato perché sul tema ci eravamo scontrati pesantemente, sia in fase di approvazione del PUMS dove la richiesta era stata bocciata, sia successivamente durante la campagna elettorale delle regionali quando - del tutto inaspettatamente- il presidente della Regione Emilia-Romagna si era espresso a favore dell’opera, salvo poi ritornare sui propri passi e scaricando la palla alla Città metropolitana, qualche mese dopo. 

 

Ebbene, grande era stata la delusione, tanto che con Davide Nanni - consigliere  di opposizione a Pianoro- avevamo più volte interrogato gli enti, Comune in primis, per sapere se avrebbero o meno continuato a perorare la causa per la fattibilità dell’opera.

 

Contributo importante è stato anche quello di Alessandro Santoni, che, nella sua duplice veste di Sindaco di San Benedetto, quindi interessato all’opera e di Consigliere metropolitano,  ha sottoscritto analogo emendamento. 

 

Ebbene oggi, al termine del mio intervento, riferendo in merito ad un aggiornamento circa il Ponte Leonardo, indirettamente il consigliere delegato Monesi ha anticipato la risposta, dicendo che anche lo studio di fattibilità è già stato commissionato, nell'ambito di affidamento di una progettazione riguardante anche altre opere.

 

Raccogliamo quindi con soddisfazione questo traguardo senza però riposarci sugli allori: lo studio di fattibilità dovrà tenere certamente conto di quanto non valutato sino ad oggi in sede di PRIT e di PUMS. 

Confidiamo inoltre che il tutto avvenga il più celermente possibile, stante la necessità di veloci tratte di collegamento tra le aree dell'Appennino e la Città".

 

Lo dichiara:

Marta Evangelisti Consigliera metropolitana gruppo “Uniti per l’Alternativa”


Data ultimo aggiornamento: 24-02-2021