"Infrasuoni" e "L'Eco della musica", al via le due rassegne musicali in Appennino 14 appuntamenti e un trekking musicale

Locandina di Eco della Musica
 

Tornano a risuonare nell’Appennino bolognese le note di “Infrasuoni” e “L’Eco della Musica”, le due manifestazioni musicali estive che vanno alla scoperta dei luoghi incantati e delle emergenze architettoniche della montagna bolognese organizzate dall’Unione Comuni Appennino bolognese. Ambienti naturali di grande fascino, come Monte Sole, Montovolo, Monte delle Formiche, le Grotte di Soprasasso; borghi suggestivi, Liserna e Suzzano di Cereglio; emergenze architettoniche o storiche che incantano il visitatore lungo le strade e i percorsi dell’Appennino come la Rocchetta Mattei, e l’area archeologica dell’antica città etrusca di Kainua a Marzabotto.
Lunedì 3 luglio a Vergato con l’esibizione del Quartetto Agile (Colombia) prende il via la XVI edizione di “Infrasuoni”, rassegna di nuovi orizzonti sonori. Il programma dell’estate musicale nella montagna bolognese entrerà poi nel vivo il primo agosto con l’avvio de “L’Eco della Musica”, festival ecologico musicale dai crinali degli Appennini. E per la prima volta il tradizionale Trekking musicale percorrerà la Via degli Dei.

“Infrasuoni”, giunta alla sedicesima edizione, si compone di sei concerti, con inizio alle ore 21, a ingresso gratuito.

Primo appuntamento il 3 luglio, a Vergato, nella Piazza dei Capitani della Montagna, con l’esibizione del Quartetto Agile (Colombia). Formazione composta da quattro musicisti straordinari: Antonio Arnedo, al sax e strumenti a fiato; Elvis Diaz, arpa llanera; Zahira Nogueira, al cuatro;  Mario Criales, contrabbasso e basso elettrico.
Sempre in Piazza dei Capitani della Montagna, il 17 luglio in programma il concerto della formazione Del Barrio 4th a cui si accompagneranno gli interventi della Scuola Tango Libre di Vergato. Il gruppo italo-argentino nasce dall'incontro tra il polistrumentista Hilario Baggini e alcuni musicisti italiani. Le composizioni originali e i diversi spettacoli che Del Barrio porta in giro da anni assumono i contorni di una world music senza frontiere, con richiami al tango e alla musica andina.
Terzo appuntamento il 20 luglio nel parco dell’Area archeologica dell’antica città di Kainua, presso il Museo Pompeo Aria di Marzabotto, con King Naat Veliov and The Original Kočani Orkestar, spettacolare fanfara che ha saputo tradurre in uno spettacolo pirotecnico le melodie tradizionali dei Balcani. Il sound è quello tipico, portato al successo da Goran Bregovic, con un pizzico d’istrionismo in più e contaminazioni varie. Con loro sul palco il trombettista Naat Veliov.
La manifestazione riprende il 3 agosto a Riola (Piazza della Stazione ferroviaria) con l’esibizione dell’Alvaro Quiroga Trio (Colombia), ospite musicante, Claudio Carboni. Gruppo musicale colombiano della regione andina del Paese, il loro lavoro è indirizzato verso il recupero, la diffusione e la promozione delle musiche tradizionali di tale area. Gli strumenti musicali impiegati sono quelli tipici della regione, come la chitarra, il tiple, il requinto.
L’8 agosto nella suggestiva cornice della Piazza del borgo di Suzzano di Cereglio, di scena Amar Corda. Il gruppo capitanato dal chitarrista Tolga During e dalla voce di Tosca Zampini, propone un repertorio che spazia dai grandi classici dell'era dello swing italiano, resi famosi nel mondo da artisti come Mina, Carosone, Buscaglione e tanti altri, fino ad arrivare ai giorni nostri.
Ultima data per “Infrasuoni” il 10 agosto a Liserna di Vergato (presso il Sagrato della Chiesa) con “Stardust – andando incontro un cielo cadente”, affascinante concerto-racconto per armonica a bocca e puntatore laser dell’eclettico musicista Angelo Adamo.

E' giunto all'ottava edizione L’Eco della Musica, il 1° Festival ecologico musicale dai crinali degli Appennini.
Il primo appuntamento della rassegna (1 agosto alle ore 21) è al Monte Delle Formiche con l’esibizione “Dal Sacro & Profano” di Daniele di Bonaventura, progetto-concerto, viaggio storico e sonoro con protagonista il bandoneon, questo unico e magico strumento dalle infinite e inesauribili possibilità espressive. Prima del concerto trekking da Tazzola.
Il 4 agosto L’Eco si sposta a Marzabotto, dove nel Parco di Monte Sole (ore 21) è in programma il concerto dell’Alvaro Quiroga Trio (Colombia).
Terza data il 5 agosto, alle ore 16, Achille Succi (sax contralto e clarinetto basso) si esibirà in un “primordiale” quanto affascinante concerto per fiati solo, nelle Grotte di Soprasasso (che si raggiungeranno dall’abitato di Riola di Vergato con un breve trekking).
Sempre il 5 agosto, in serata, alle ore 21, alla Rocchetta Mattei, concerto della Fanfara Araboandalusa, un viaggio nel mondo della musica tra il Nord Africa e la Spagna con la voce e le percussioni di Marzouk Mejri e il trombettista statunitense Charles Ferris.  
Domenica 6 agosto, alle ore 18, a Montovolo, nel comune di Grizzana Morandi, concerto "Del Mondo”, musiche di viaggio, con il Carlo Maver-Giancarlo Bianchetti Duo, Carlo Maver (bandoneon/flauto), Giancarlo Bianchetti (chitarra).

Trekking musicale sulla Via degli Dei
Per la prima volta L’Eco della Musica si sposta quest’anno sulla Via degli Dei portando le sue affascinanti sonorità su questo magnifico tragitto cercando di offrire interventi musicali a sorpresa per rendere questo trekking, unico e onirico. Si parte l'11 agosto, ore 9, da Bologna con appuntamento in Piazza Maggiore, arrivo alle ore 11 a San Luca. Transfer con navetta ai Prati di Mugnano, arrivo ore 12. Pranzo al sacco. Ore 15 partenza per Brento. A Brento transfer con navetta per Monzuno con arrivo alle ore 18,30. Parteciperanno a questo trekking musicato Abdellah Swiri (guembri, voce), la Banda municipale Bignami di Monzuno.
12 agosto, ore 9, partenza per Madonna dei Fornelli, allieteranno la giornata gli interventi a sorpresa della poetessa Azzurra D'Agostino, il Sax di Claudio Carboni e il concerto, alle ore 21, presso la Chiesa Parrocchiale di Madonna dei Fornelli, con Luisa Cottifogli (voce) Enrico Guerzoni (violoncello).
13 agosto, ore 9, partenza per la Futa. Accompagnati dai magnifici paesaggi, ospiti e musicisti della giornata saranno il sassofonista Emiliano Rodriguez e un altro intervento dell'interessante voce di Luisa Cottifogli per poi concludere il trekking con arrivo, alle ore 18, al cimitero della Futa con il concerto di Carlo Maver (bandoneon).
Al termine transfer in navetta per Bologna.
Durata del trekking: 3 giorni - 2 notti - Costo a persona in doppia: 135,00 € - Informazioni e prenotazioniinfo@appenninoslow.itwww.appenninoslow.it  tel. 339 8283383

Tutti i concerti de “L’Eco della Musica”, inclusi quelli che si tengono durante il trekking, sono gratuiti.

Per informazioni: Marco Tamarri +39 340 1841931
marco.tamarri@unioneappennino.bo.it

 

Unione dei Comuni dell'Appennino Bolognese 

 

 
 

A cura di Ufficio stampa

Data ultimo aggiornamento: 10-07-2017