Pieve Città d'Arte, dopo il terremoto riaprono Porta Cento e la Chiesa di SS. Trinità

Logo Pieve Città d'Arte

Due weekend di eventi, ingressi gratuiti ai musei e visite guidate

Per celebrare la riapertura al pubblico di Porta Cento e della Chiesa di SS. Trinità dopo il terremoto del 2012, Pieve Città D’Arte festeggia l'1-2 e l'8-9 aprile. Due weekend culturali nel segno della "Bellezza", preludio delle tante novità che attendono Pieve nei prossimi anni, a cominciare dal completamento del Quartiere delle Arti: 15.000 mq di spazi e piazze dedicati alla cultura e ai musei all’ingresso del paese sulla provinciale via Bologna. Elementi che impreziosiranno ulteriormente ‘La Piccola Bologna Sul Reno’.

Pieve di Cento si propone dunque, città d'arte e luogo in cui trascorrere un piacevole fine settimana grazie al suo impianto medioevale, agli oltre 4 Musei pubblici (6 sedi espositive) e al Museo privato Magi ‘900, ai suoi tanti appuntamenti culturali. Molteplici le proposte offerte ai visitatori: la Pinacoteca civica con le opere degli allievi del Guercino agli artisti più contemporanei come Pirro Cuniberti, Norma Mascellani, Severo Pozzati, il Museo della Musica con la liuteria, il Teatro del 1856, il Museo delle Storie di Pieve (il primo museo di digital storytelling dell’area metropolitana), il Museo della Canapa.

La novità di Aprile è la presentazione della nuova mappa turistica di Pieve di Cento, che verrà consegnata a coloro che visiteranno i 4 musei e 6 spazi espositivi, che ogni domenica e festivi sono aperti per la visita, e che dal 16 aprile prevederanno un biglietto unico acquistabile a 5€ negli spazi del Museo delle Storie di Pieve situato nella Rocca trecentesca.

Il programma dei due weekend dedicati alla "Bellezza"

Tutti i musei del circuito pievese saranno aperti gratuitamente anche il sabato pomeriggio e nelle mattine di domenica saranno disponibili visite guidate aperte a tutti.
Il sabato 1 aprile alle 17:30, il via ufficiale alla manifestazione lo darà l’incontro dedicato al fiume Reno e alla sua storia previsto in Sala Partecipanza, alla presenza dei due sindaci di Pieve e di Cento, Sergio Maccagnani e Fabrizio Toselli, con la presentazione della riedizione del saggio scritto da Padre Edmondo Cavicchi, l’intervento artistico di Nicola Nannini e le fotografie di Officina Controluce dedicate al fiume, che saranno esposte a Porta Bologna fino alla metà di maggio.
Porta Cento inaugurerà domenica 2 aprile alle 15:30 insieme a una mostra esclusiva voluta per l’occasione da Nino Migliori, fotografo e cittadino onorario di Pieve di Cento, il pomeriggio poi proseguirà con un dialogo tra Migliori e Sandro Parmiggiani al teatro Zeppilli. Sarà presente la Presidente regionale del FAI Marina Senin Forni, con una propria delegazione, perché proprio a Porta Cento troverà ospitalità la nuova sede del Gruppo FAI del città. Un presidio d’eccellenza che testimonia il valore di questi spazi.
Per tutta la giornata di domenica, le strade del centro saranno animate dal Mercato della Versilia.
Sabato 8 aprile alle 15:30 con il Sindaco Maccagnani e il Presidente dell’Istituzione Bologna Musei Roberto Grandi, sarà la volta dell’inaugurazione della chiesa di S.S. Trinità, che dopo il restauro torna a mostrare il suo ciclo di affreschi seicentesco e che ospiterà per la giornata due concerti consecutivi per viola e violoncello. A concludere la kermesse la domenica 9 aprile alle 15:30 la lezione-conferenza “La Bellezza che cura”, sempre alla chiesa di S.S. Trinità, dedicata al patrimonio storico-artistico dell’AUSL. Alle 17:30, per celebrare l’open day dei teatri storici, un concerto di Orchestra BenTiVoglio e Aminta Vocal Ensemble.

Il programma dettagliato

 

 
 
 

A cura di Ufficio stampa

Data ultimo aggiornamento: 29-03-2017