Museo Archeologico Ambientale

 
San Giovanni in Persiceto - Museo Archeologico Ambientale
 

> corso Italia 163 (c/o Porta Garibaldi) - 40017 San Giovanni in Persiceto
> via Emilia 87 - Anzola dell'Emilia
> via Roma 12 (c/o Centro Civico Spazio Reno) - Calderara di Reno
> via Terragli a Ponente - 40019 Sant'Agata Bolognese
tel 051 6871757
 
 
 
 

La rete museale comprende la sede capofila di San Giovanni in Persiceto e diversificate sezioni ad Anzola dell'Emilia, Calderara di Reno, Sant'Agata Bolognese e Crevalcore, oltre al Laboratorio Archeoambientale presso l'area di Riequilibrio Ecologico "La Bora".

La sede di San Giovanni in Persiceto illustra il rapporto tra uomo, ambiente e territorio dall'età Romana al Rinascimento attraverso i ritrovamenti archeologici e paleobotanici del territorio e un ricco apparato didascalico (guarda il tour virtuale).

Quella di Sant’Agata Bolognese raccoglie i materiali e i risultati di recenti studi su aspetti insediativi e paleoambientali dei principali siti dell’età del Bronzo rinvenuti nell’area di pianura tra Samoggia e Panaro, che hanno evidenziato la presenza di numerosi grandi abitati densamente occupati e prosperi grazie alla fertilità del terreno e ad una nuova, peculiare forma di organizzazione sociale ed economica (guarda il tour virtuale).

La sede di Anzola presenta i materiali di un locale insediamento terramaricolo, frutto di numerose indagini archeologiche e ambientali condotte nel territorio, accompagnati da ricostruzioni relative a più generali tematiche del popolamento della pianura bolognese occidentale (guarda il tour virtuale).

La sede di Calderara, inaugurata nel 2012 e dedicata al periodo romano e raccoglie suggestivi reperti rinvenuti nel territorio comunale, con particolare attenzione per l'organizzazione territoriale, gli aspetti insediativi, le tipologie abitative e le tecniche edilizie, le attività produttive e la vita quotidiana in età romana (guarda il tour virtuale). 

La sede di età contemporanea di Crevalcore, inaugurata nel 2017, è dedicata alla Prima Guerra Mondiale e propone reperti del collezionista Guido Mattioli che li raccolse nella zona del Carso dal 1959 al 1969 (guarda il tour virtuale).

Le sedi di San Giovanni e Sant'Agata sono state riconosciute Musei di Qualità della Regione Emilia-Romagna

Info: San Giovanni in Persiceto, Anzola dell'Emilia, Calderara di Reno,  Sant'Agata Bolognese, Crevalcore

Attività

Didattica

Accessibilità disabili: in tutte le sedi, abbattimento delle barriere architettoniche