Protocollo Bologna-Prato

Il Protocollo d’Intesa tra la Città metropolitana di Bologna e il Comune di Prato ha come obiettivo principale quello di creare le condizioni per lo sviluppo di un turismo di qualità, in grado di produrre reddito in maniera duratura, mettendo in valore le caratteristiche ambientali, paesaggistiche, culturali e delle filiere eno-gastronomiche dei diversi territori.

L’ambito territoriale interessato nel Protocollo è quello che gravita sulla ferrovia “Direttissima” che rappresenta il principale collegamento tra Prato e Bologna, ed è insieme l'infrastruttura che mette in connessione lungo tutto il percorso le due comunità territoriali. La progettualità, di concerto con le due Regioni, sarà finalizzata a definire i possibili efficientamenti della linea ed insieme costruire un sistema promozionale che, mediante il collegamento con il territorio attraversato dalla Direttissima, individui i prodotti turistici da valorizzare ed organizzare, metta in rete le risorse e le eccellenze turistiche, culturali, ambientali e produttive.

Questi contenuti del Protocollo sono peraltro in linea con il Piano Strategico del Turismo, elaborato dal MIBACT, che pone fra i propri obiettivi quello di sviluppare progetti strategici per la mobilità ai fini turistici (ciclovie nazionali, cammini, servizi ferroviari turistici, mobilità slow) ed elaborare interventi per la mobilità nelle destinazioni turistiche anche in ottica di sostenibilità

Il Tavolo Prato Bologna, viene individuato dal Protocollo come luogo dinamico di confronto e coprogettazione è lo strumento operativo attraverso il quale:

  • verranno realizzate le azioni congiunte, tese a favorire la promozione e valorizzazione del territorio secondo un modello di sviluppo sostenibile,
  • vengono individuati i prodotti turistici da valorizzare ed organizzare,
  • vengono messe in rete le risorse e le eccellenze turistiche, culturali, ambientali e produttive.

 

La prima azione attuativa del Protocollo sarà la progettazione degli interventi, anche in chiave comunicativa, finalizzati a definire il prodotto turistico “Prato-Bologna” che si concretizzeranno nella realizzazione della segnaletica turistica specifica che sarà installata lungo tutto il tracciato e la realizzazione di una guida turistica cartografica relativa all’itinerario.