Storia del Premio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

In seguito all’approvazione dell’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile 2030, avvenuta durante il vertice dell’ONU per lo sviluppo sostenibile tenutosi a New York il 25 settembre 2015 - il cui scopo è coinvolgere le comunità di tutto il mondo nel gettare le basi per migliorare la vita del pianeta e dei suoi abitanti, l’8 giugno 2017, in occasione del G7 Ambiente che si è tenuto a Bologna, i Sindaci delle Città metropolitane italiane hanno sottoscritto la >  Carta di Bologna per l’Ambiente: le città metropolitane per lo sviluppo sostenibile.

 

Carta di Bologna per l'ambiente
 

I temi ambientali su cui si prefigge di lavorare su scala metropolitana sono:

  1. uso sostenibile del suolo;
  2. economia circolare;
  3. adattamento ai cambiamenti climatici e riduzione del rischio;
  4. transizione energetica;
  5. qualità dell’aria;
  6. qualità delle acque;
  7. ecosistemi, verde urbano e tutela della biodiversità;
  8. mobilità sostenibile.

Per mettere in atto gli impegni presi sottoscrivendo la "Carta di Bologna", la Città metropolitana, supportata dal Comune e dall'Università di Bologna, ha elaborato e in seguito pubblicato il 15 marzo 2019 l’ >  Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile , che declina sul proprio territorio gli otto temi individuati dalla Carta e che intende monitorarne progressivamente i passi verso la loro realizzazione.

Agenda metropolitana per lo sviluppo sostenibile
 

Il 29 maggio 2020 è stato fatto un ulteriore passo in avanti per ampliare il raggio d’azione dell’Ente verso uno sviluppo sostenibile: l’ente ha avviato dunque ufficialmente l’Accordo di collaborazione con il Ministero dell’Ambiente a seguito della partecipazione ad un Avviso Pubblico finalizzato a definire le Agende metropolitane per lo sviluppo sostenibile. Con il contributo (di 178.500 euro) da un lato verrà elaborata una “Agenda 2.0”, che individui obiettivi e indicatori economici e sociali al fine di estendere la dimensione prettamente ambientale dell’Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile, facendola interagire con gli strumenti di pianificazione e programmazione vigenti o in corso di approvazione; dall’altro verranno attivati dei progetti pilota per consolidare sul territorio bolognese lo sviluppo sostenibile:

  • forestazione metropolitana - per ridurre le emissioni di gas serra e migliorare la qualità dell’aria si elaborerà un progetto di “forestazione urbana” in linea con quanto previsto dal Decreto Clima del Ministro dell’Ambiente;
  • transizione verso l’economia circolare nel territorio collinare e montano della città metropolitana di Bologna - individuazione di linee guida ed incentivi finalizzati alla transizione verso l’economia circolare delle imprese che minimizzino i consumi di energia e delle risorse naturali, delle emissioni inquinanti;
  • servizi di trasporto pubblico nelle aree produttive - studio di prefattibilità per riorganizzare e migliorare l’accessibilità pubblica delle aree produttive anche in termini di miglioramento della qualità di vita dei lavoratori;
  • OperationCenter&Cities Web - sperimentazione in alcuni Comuni di piattaforme informatiche capaci di monitorare, grazie a sensori appositamente collocati sul territorio, dati su differenti tematiche grazie ai quali si creerà un cruscotto di monitoraggio sui temi ambientali.

Grazie a questo Accordo con il Ministero, saranno portate avanti inoltre azioni parallele e trasversali per coinvolgere istituzioni locali e stakeholder e per sensibilizzare il territorio sullo sviluppo sostenibile con un’attenzione particolare verso le comunità scolastiche: si concluderà entro l’anno infatti il Concorso di idee per l'ideazione e la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sulle tematiche dell’Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile in cui sono coinvolte 43 classi degli Istituti superiori del territorio.

Inoltre il 3 luglio 2020 la Città metropolitana di Bologna ha organizzato, all'interno del Festival del Commercio Equo e dell’Economia Sostenibile RIVESTITI, il webinar "Sostenibilità economica, sociale, ambientale: la visione metropolitana" per diffondere il suo impegno nell’ambito della sostenibilità e per intensificare il dialogo con le realtà presenti sull’area metropolitana dedite a realizzare un commercio equo e sostenibile.

RIVESTITI, il webinar "Sostenibilità economica, sociale, ambientale
 

Infine, l’edizione 2020 del >  Festival della Cultura Tecnica  ha realizzato una serie di eventi ed iniziative avendo come focus tematico lo “Sviluppo sostenibile e resilienza”, quindi in forte connessione con l’Agenda Metropolitana per lo Sviluppo Sostenibile. Obiettivo della rassegna è promuovere nelle ragazze e nei ragazzi, nel sistema educativo, nelle organizzazioni e nella cittadinanza tutta l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e di sensibilizzare ai 17 obiettivi da essa individuati.

 
 
riga orizzontale