Storia del Premio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Introduzione

In coerenza con l’Agenda metropolitana per lo sviluppo sostenibile e in occasione del primo anno della Decade of Action – dieci anni per cambiare il nostro mondo promossa dall’ONU, la Città metropolitana di Bologna ha deciso di valorizzare e premiare le giovani imprenditrici e i giovani imprenditori che, con tenacia e abilità, stanno dirigendo le loro aziende attraverso strategie legate alla sostenibilità economica, sociale e ambientale. Under 35 e sviluppo sostenibile sono dunque i prerequisiti che caratterizzano quest’anno il Premio Antonio Barresi che, nella sua nuova veste, si annovera così tra le iniziative attinenti all’Agenda 2030 messe in campo dal Sindaco metropolitano Virginio Merola.

"In questi anni – è il suo commento – le nuove generazioni hanno richiamato l'attenzione di cittadini e istituzioni sugli effetti del cambiamento climatico, sull'insostenibilità dei nostri stili di vita, sull'aumento della diseguaglianza economica e sociale. Temi che risultano ancora più attuali in questo particolare momento di post-emergenza sanitaria in cui stiamo costruendo le basi per la ripartenza e in cui dovremo tenere ben presente che economia, welfare, scuola, mobilità, turismo […] tutto nel futuro dovrà essere coniugato con la sostenibilità".

Questa nuova edizione del Premio nasce inoltre dall’intento di incentivare le giovani imprenditrici e i giovani imprenditori a mettere radici sempre più profonde nel territorio metropolitano, e al contempo a sviluppare uno sguardo di ampio respiro costantemente rivolto al mondo. In questo senso la Città metropolitana di Bologna ritiene che le imprese giovanili e sostenibili possano divenire gli apripista per una società più giusta ed equa, nonché modelli di ispirazione per le numerose realtà già esistenti e future.

 
Storia del Premio e Nuova identità

Mossa dal desiderio di ricordare la figura di Antonio Barresi, responsabile del servizio >  Progetti d’impresa prematuramente scomparso, la Città metropolitana di Bologna ha istituito dal 2016 un Premio dedicato alla sua memoria, iniziativa che si ispira a quella parte di lavoro che Barresi amava di più: sostenere gli aspiranti imprenditori del territorio accompagnandoli nello sviluppo del loro progetto d’impresa.

L’edizione 2020, seppur si contraddistingua per la sua nuova identità dedicata alle Imprese giovanili e sostenibili, manterrà comunque la sua vocazione originaria, che mira non solo a premiare ma anche a supportare nel tempo le imprese più meritevoli, fil rouge che ha accompagnato anche le prime quattro edizioni, collocate finora all’interno del progetto INCREDIBOL!, coordinato dal Comune di Bologna e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna.

Il Premio consiste in un contributo in denaro di 3.000 euro destinato a ciascuna delle due imprese giovanili e sostenibili vincitrici presenti sul territorio metropolitano, e mette a disposizione numerose opportunità di promozione, collaborazione e formazione, in particolare:

  • la partecipazione, nel corso del 2021, ad una visita studio in un Paese europeo (compatibilmente con le norme vigenti di sicurezza sanitaria nazionale e internazionale) sui temi di interesse per l’impresa;
  • l’affiancamento e il tutoraggio da parte del team di Progetti d’impresa per l’ulteriore sviluppo del progetto imprenditoriale;
  • la partecipazione ad attività di formazione/informazione promosse dalla Città metropolitana e dai partner di Progetti d’impresa;
  • la collaborazione con la Città metropolitana per l’organizzazione di attività, anche presso la sede di Palazzo Malvezzi;
  • la promozione, il networking e la comunicazione attraverso i canali della Città metropolitana di Bologna.

L'edizione 2020 è stata aperta dal 7 ottobre al 27 novembre. Scarica il > bando .

 
EVENTI

Per l’edizione 2020, due gli appuntamenti legati al Premio Barresi:

  • il webinar >  Il futuro delle imprese: sostenibilità e spirito giovanile , che si è svolto mercoledì 7 ottobre all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile organizzato da ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile). Obiettivo dell’evento è stato quello di lanciare il Premio e approfondire, con ospiti dal mondo politico, accademico e imprenditoriale, tematiche inerenti allo sviluppo sostenibile nelle aziende;
  • una > Cerimonia online di premiazione  dei vincitori, che si è tenuta mercoledì 16 dicembre nella cornice del Festival della Cultura Tecnica 2020, a tema "Sviluppo sostenibile e resilienza". Protagonisti sono stati non solo le imprese giovanili e sostenibili vincitrici, ma anche le studentesse e gli studenti della Rete degli Istituti tecnici economici del territorio. A seguito dei saluti istituzionali e del conferimento del Premio, sono stati infatti alcuni giovani rappresentanti delle scuole a dialogare con le giovani imprenditrici e i giovani imprenditori, a porre domande da loro elaborate per poter mettere in luce e approfondire insieme le strategie più efficaci, l’importanza e il valore concreto che una scelta lavorativa imprenditoriale sostenibile può apportare; un momento di confronto tra giovani generazioni che stanno guidando e che guideranno il futuro del nostro Paese.
 
Chi era Antonio Barresi

Responsabile di Progetti d’impresa, grande e significativo è stato il suo impegno: oltre ad aver seguito per dieci edizioni il concorso "Progettando", ha curato il progetto legato al Microcredito e ha fatto parte di BAN Bologna (Business Angels Network). Nel corso della sua carriera, attraverso la sua attività di consulenza allo sportello del servizio di quella che all’epoca era la Provincia di Bologna - ora Città metropolitana - ha ascoltato ogni anno almeno 500 nuove idee imprenditoriali. È stato tra i primi ad aderire con entusiasmo al progetto INCREDIBOL!, condividendo con la rete costruita dal Comune di Bologna, l’ultradecennale esperienza in materia di creazione d’impresa.

 
 
riga orizzontale