Biblioteca Comunale di Crespellano

Palazzo Garagnani - via XXI ottobre 1944, 7/2 - loc. Crespellano - 40053 Valsamoggia (BO)
tel 051 6723059 - fax 051 6723059
 
 
 
 
 
 
 
Servizi
Polo UBO-SBN
 
Wireless
 
MLOL Biblioteca digitale metropolitana
 
Nati per Leggere | per la Musica
 
 

Accesso: libero  Accessibilità disabili:  accessibile

Apertura: 

  • invernale/estiva da lunedì a venerdì 14.30-19 (martedì anche 19-22); mercoledì e sabato 9.30-12.30
  • periodo di chiusura nessuno

Patrimonio 21.000 volumi e opuscoli, 4 quotidiani, 30 periodici, 1.000 audiovisivi, 300 fotografie

Sezioni speciali Bambini 0-6 anni, ragazzi, storia locale, libri in lingua inglese e francese

Servizi: Prestito (3 libri per un mese e 2 multimediali - vhs, dvd, cd - per una settimana), consultazione, catalogo ed opac, reference, reference on-line, 7 postazioni internet, wi-fi, prestito interbibliotecario, suggerimenti d’acquisto, riproduzioni (fotocopie, scansioni), attrezzature audio-video, bar automatico interno

Spazi 6 sale lettura (85 posti), sala conferenze (70 posti), sala mostre, sala corsi

Attività: Mostre, presentazione di libri, incontri con l’autore, convegni, attività con le scuole, promozione lettura 0-5 anni (“Nati per leggere”), laboratori adulti, laboratori ragazzi, corsi aggiornamento, visite guidate scuole, pubblicazioni (bollettino nuovi acquisti), concerti, spettacoli, attività di promozione della lettura

 

Titolare Comune di Crespellano

Storia della biblioteca e dell'edificio La biblioteca avviò la propria attività a metà degli anni Settanta in alcuni locali del palazzo detto “del Vaticano” sulla piazza centrale del paese, nell'ambito del Consorzio Provinciale Pubblica Lettura di Bologna. Nel 2004 ha trovato una collocazione ideale all’interno dello storico Palazzo Garagnani, nel cuore dell’abitato, che caratterizza verticalmente con la sua torre il profilo del paese. Si ritiene che il palazzo fosse in origine villa di delizie dei Bentivoglio, ai quali appartenne fino alla definitiva cacciata della famiglia da Bologna nel 1512, quando divenne proprietà della famiglia senatoria dei Grassi. Restaurato nel 2004, è a tutt’oggi proprietà della famiglia Garagnani, ad eccezione della parte ceduta al Comune e divenuta sede culturale

Altri istituti/enti ospitati nell’edificio Pro Loco; Centro di documentazione sull’integrazione (CDI)