Biblioteca Comunale 'Remo Dotti'

Palazzo Rosso - via Marconi, 5 - 40010 Bentivoglio (BO)
tel 051 6640400
 
 
 
 
 
 
 
Servizi
Polo UBO-SBN
 
Chiedilo al Bibliotecario
 
MLOL Biblioteca digitale metropolitana
 
Nati per Leggere | per la Musica
 
 

Accesso:  libero  Accessibilità disabili:  Accessibile

Apertura: 

  • invernale lunedì chiuso; martedì, giovedì, venerdì 14-19; mercoledì 9-14; sabato 9-12
  • estiva lunedì chiuso; martedì e giovedì 14-19; mercoledì, venerdì e sabato 9-14
  • periodi di chiusura indicativamente, una settimana a Natale, una settimana a Pasqua, una settimana ad agosto

Patrimonio 8.120 volumi e opuscoli (di cui 2.500 per ragazzi), 4 quotidiani, 10 periodici

Servizi:  Prestito (3 volumi per 30 giorni), consultazione, catalogo ed opac, reference on-line (“Chiedilo al bibliotecario” sul sito di "Biblioteche Associate"), 2 postazioni internet, prestito interbibliotecario, riproduzioni-fotocopie, attrezzature audio-video (videoregistratore e televisore, videoproiettore, proiettore diapositive, lavagna luminosa)

Spazi Emeroteca, ristoro (posti 8), 5 sale lettura (32 posti), aula didattica (15 posti)

Attività: Mostre, presentazione di libri, incontri con l’autore, convegni, attività con le scuole, promozione lettura 0-5 anni (“Nati per leggere”), laboratorio adulti (corsi di inglese), corsi aggiornamento

 

Titolare: Comune di Bentivoglio

Storia della biblioteca Collocata all'interno del prestigioso Palazzo Rosso, la biblioteca, fondata nel 1980 e inizialmente ubicata al piano nobile del palazzo, dal settembre 2007 è stata trasferita al piano terra, dopo adeguati interventi di ristrutturazione dei locali. Ospita il Centro di Documentazione per le Continuità Educative, punto di riferimento di un progetto di cooperazione tra i comuni limitrofi, che offre un'ampia documentazione sulla formazione e lo sviluppo del bambino
Storia dell'edificio Tra i maggiori esempi del Liberty bolognese, Palazzo Rosso fu la residenza di campagna del marchese Carlo Alberto Pizzardi, che nel 1887 ne commissionò la realizzazione al Rubbiani. La costruzione originariamente si protendeva sul canale Navile consentendo la navigazione e il passaggio dell'acqua, forza motrice per il Mulino, raggiungibile direttamente dal lato nord, attestato dal 1358. Nell'appartamento del Marchese, a cui si accedeva
attraverso una passerella sospesa sul canale, piacevoli pitture murali eseguite da Achille Casanova rappresentano paesaggi palustri e di caccia; la sala dello Zodiaco, affacciata su un ampio balcone, è finemente decorata con i segni zodiacali e le fasi lunari