ARCHIVIO STORICO COMUNALE DI ANZOLA DELL'EMILIA

c/o Sede Municipale, Via Marconi, 2 - CAP 40056 - CRESPELLANO - VALSAMOGGIA
Tel. 051-6723011 - Fax 051-960756
 
 

L’archivio conserva le carte storiche del Comune di Crespellano (1802-1965)

L’archivio è collocato nei seminterrati della sede municipale in ambienti sufficientemente idonei. Danneggiato nel 1809 da un incendio doloso, ha subito ulteriori perdite nel corso della seconda guerra mondiale.

Il Comune fu istituito nel 1805, nell’ambito delle operazioni di riordino territoriale volute da Napoleone per il Regno d’Italia. Crespellano fu inserito nel Cantone di Bazzano, all’interno del Distretto di Bologna.
Nel 1810, al Comune furono aggregate le località di Calcara e S. Almaso.
Nel 1817, la legge amministrativa promulgata dal restaurato governo pontificio declassò Crespellano ad appodiato del Governo di Bazzano nella legazione pontificia di Bologna. Questo assetto venne nuovamente modificato dal Motu Proprio di Leone XII del 1827: Crespellano assunse la dignità di Podesteria soggetta al Governo di Bazzano.
Attuali centri: Calcara, Muffa, Ponte Samoggia

 

Strumenti di corredo: Inventario analitico


Modalità di consultazione: Richiesta di consultazione tramite compilazione di apposito modulo


Sala di consultazione: La consultazione si svolge in un apposito spazio nel locale stesso dell’archivio


Apertura: Previo appuntamento telefonico con l’Ufficio di Segreteria del Comune (da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 12,30)


Bibliografia:

  • F. M. PONZETTI, Notizie degli archivi d’Italia trasmesse e raccolte presso l’Archivio del Regno (1874-1939), in “Archivi”, s. II, a. VII (1940), p. 153, n. 324