Servizio Ferroviario Metropolitano

Il progetto di Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM) prevede un progressivo potenziamento delle infrastrutture ferroviarie e dei servizi per giungere, al suo completamento, ad un sistema di treni passanti e cadenzati a 30' e 60' sulle attuali linee, con 22 nuove fermate, per un totale di 87 stazioni/fermate.

Alla base del progetto SFM vi sono alcuni accordi con gli Enti locali, la Regione e lo Stato, di cui l'ultimo è stato sottoscritto il 19-6-2007.

Ad oggi risultano realizzate 18 delle 22 nuove stazioni previste ed il 70% del servizio atteso a regime.

A regime (previsione 2020) il progetto avrà 4 linee passanti e 2 attestate a Bologna centrale.

Negli ultimi tre anni si sono raggiunti alcuni importanti obbiettivi verso il completamento del SFM:

  • l'attivazione della nuova stazione AV di Bologna, con conseguente parziale liberazione dei binari di superficie per il traffico regionale,
  • l'entrata in servizio delle stazioni urbane di Bologna Mazzini, sulla direttrice per Prato-Firenze, e di Bologna San Vitale, sulla doppia direttrice per Rimini e per Ptato-Firenze (mancano ancora le 4 stazioni bolognesi di Zanardi, Prati di Caprara, Borgo Panigale Scala, Via Libia-S. Orsola, la cui realizzazione è prevista nell'ambito del progetto di trasporto pubblico integrato bolognese, di prossima realizzazione,a cui sono stati ridestinati i finanziamenti ex metrotramvia di Bologna).

Restano da completare nei prossimi 2-3 anni alcuni interventi sul nodo ferroviario di Bologna (nuova interconnessione AV linea Bologna-Venezia, asse stradale Nord-Sud, Terminal People Mover, restyling stazione storica e sistemazione Piazza Medaglie d'Oro, ripristino binari alti di superficie), che condizionano anche l'avvio a regime del SFM.