Torna il Festival delle biblioteche specializzate, quest'anno è dedicato a ambiente e società

Due gli appuntamenti che coinvolgono la Biblioteca Gian Franco Minguzzi

Dettaglio dal manifesto
 

Incontri, convegni, spettacoli, proiezioni, performance e letture per bambini per scoprire un patrimonio unico: quello delle biblioteche specializzate di Bologna. Torna il festival della rete “Specialmente in biblioteca”, giunto alla quarta edizione, quest’anno si presenta con il titolo "Corpo terrestre: prospettive su ambiente e società". Fino a martedì 18 febbraio sono 12 gli appuntamenti in programma per indagare il rapporto tra natura, uomo e sviluppo, secondo le differenti prospettive e competenze delle biblioteche: storia, politica, religione, educazione, psicologia, disabilità, intercultura, identità di genere, musica e cinema.

Sono due in particolare gli appuntamenti che coinvolgono direttamente la Biblioteca dell’Istituzione Gian Franco Minguzzi della Città metropolitana.

Il primo martedì 11 febbraio, alle ore 17.30 alla Biblioteca Gian Franco Minguzzi – Carlo Gentili (via Sant’Isaia 90), con Dal paesaggio all’ambiente. Tra regolazione e fruizione del territorio: una riflessione sulla rappresentazione e la percezione del territorio, inteso nella doppia valenza di equilibrio ecologico da tutelare e di risorsa economica di cui beneficiare, con il geografo Franco Farinelli, l’urbanista Felicia Bottino e l’economista Paolo Figini. Introduce e coordina Luca Alessandrini, direttore dell’Istituto storico Parri (incontro promosso dalla Biblioteca dell’Istituto storico Parri e dalla Biblioteca dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna).

Venerdì 14 febbraio alle ore 16.00 al Cinema Lumière (via Azzo Gardino 65) la Biblioteca Gian Franco Minguzzi – Carlo Gentili insieme alla Biblioteca Renzo Renzi, presentano libro e documentario La città che cura sull’esperienza delle microaree, un progetto di salute pubblica sperimentato prima nei quartieri periferici di Trieste e poi anche a Bologna. Intervengono la regista Erika Rossi, le autrici del libro Giovanna Gallio e Maria Grazia Cogliati Dezza, insieme a Ivo Quaranta dell’Università di Bologna, Fausto Trevisani e Ilaria Camplone dell’Azienda Usl di Bologna. Introduce e coordina Bruna Zani, Presidente dell’Istituzione Minguzzi.

Il festival è realizzato nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna, a cui aderisce la rete “Specialmente in biblioteca”, con il contributo di Coop Alleanza 3.0 e Open Group.

L'edizione 2020 del festival “Specialmente in biblioteca” ha il patrocinio di: Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Sistema bibliotecario di Ateneo – Università di Bologna.
Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.
Per informazioni e aggiornamenti sul programma del festival: Specialmente in biblioteca

La rete Specialmente in biblioteca
Specialmente in biblioteca è una rete di biblioteche specializzate di Bologna nata nel 2015. Le biblioteche collaborano per far conoscere e promuovere le proprie attività e risorse, aprirsi a un pubblico non specialistico e promuovere la divulgazione scientifica.
Al momento partecipano alla rete 16 biblioteche (comunali, d’ateneo, regionali, metropolitane e private), specializzate in diversi ambiti disciplinari: storia, politica, religione, educazione, psicologia, disabilità, intercultura, identità di genere, musica, cinema.

Le biblioteche della rete: Biblioteca Amilcar Cabral – Istituzione biblioteche del Comune di Bologna; Biblioteca dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna; Biblioteca della Facoltà teologica dell’Emilia-Romagna; Biblioteca della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna; Biblioteca della salute mentale e scienze umane Minguzzi-Gentili; Biblioteca dell’Istituto Parri; Biblioteca Silvana Contento, dipartimento di Psicologia – Università di Bologna; Biblioteca Mario Gattullo, dipartimento di Scienze dell’educazione – Università di Bologna; Biblioteca italiana delle donne – Centro delle donne di Bologna; Biblioteca Renzo Renzi – Fondazione Cineteca di Bologna; Centro documentazione handicap; Centro di documentazione Flavia Madaschi – Cassero LGBTI Center; Centro di documentazione per l’integrazione – C.D.I Valsamoggia; Centro RiESco. Documentazione e intercultura – Comune di Bologna; Museo internazionale e Biblioteca della Musica – Istituzione Musei di Bologna; Emilia Romagna Teatro Fondazione.

 
 
 
Data di pubblicazione: 10-02-2020
Data ultimo aggiornamento: 19-02-2020
 

A cura di Ufficio stampa

 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy