Una nuova piattaforma per imprese innovative che sviluppano soluzioni "nature-based"

 
Connecting Nature Enterprise Platform

Centinaia di partecipanti provenienti da 36 paesi di tutto il mondo - dalla Spagna a Singapore e dalla Polonia alle Filippine - si sono sintonizzati ieri 21 ottobre 2020 per il lancio della Connecting Nature Enterprise Platform. Questo nuovo luogo virtuale mira a collegare direttamente la crescente domanda del mercato globale di soluzioni nature-based (da parte di "acquirenti" del settore pubblico e privato) con l'offerta (imprese innovative che sviluppano nuove soluzioni sostenibili).

I vantaggi delle soluzioni nature-based, come i tetti e i muri “viventi”, i sistemi di drenaggio sostenibili, i trattamenti delle acque reflue naturali, le zone umide costruite e così via, sono ben noti ai cittadini e all'ambiente. Tuttavia, il potenziale economico di tali soluzioni è stato finora meno esplorato. 

La Connecting Nature Enterprise Platform, lanciata da John Bell, Direttore di Healthy Planet, DG Ricerca e Innovazione della Commissione Europea, e da Hazel Chu, Lord Mayor di Dublino, mette sotto i riflettori il potenziale delle imprese nature-based come settore industriale emergente.

La piattaforma è stata creata grazie a una collaborazione tra il Trinity College e l'University College di Dublino, la cui ricerca pionieristica globale è focalizzata sul potenziale delle imprese nature-based per contribuire all'economia del futuro. Riunendo sotto la voce comune di imprese nature-based una serie di settori di mercato esistenti, dall'architettura del paesaggio alla costruzione di edifici verdi, si può vedere il potenziale di questo settore industriale come fonte di occupazione e di crescita economica sostenibile.

Connecting Nature, coordinato dal Trinity College, e che coinvolge la Città metropolitana di Bologna come partner chiave è un progetto quinquennale di 12 milioni di euro del programma europeo Horizon 2020 che si concentra sull'implementazione su larga scala di soluzioni nature-based per costruire la resilienza climatica nelle città. Sostenuta dall'ONU e dalla Commissione Europea, la domanda di queste soluzioni è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni, coerentemente con il riconoscimento che tali soluzioni potrebbero contribuire per stabilizzare il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C.

Tuttavia, l’ostacolo che sta emergendo ora è che non ci sono abbastanza fornitori qualificati né esperti per soddisfare questa domanda in rapida crescita. Per affrontare il problema, Connecting Nature mette a disposizione questa piattaforma (la cui gestione è coordinata da Horizon Nua, un'organizzazione no-profit con sede a Dublino), per collegare direttamente la domanda del mercato con l'offerta su scala globale.

 

Per accedere alla piattaforma Connecting Nature Enterprise: https://www.naturebasedenterprise.eu/

Per saperne di più sul progetto Connecting Nature: https://www.cittametropolitana.bo.it/progetti_europei/Progetti_europei/CONNECTING_NATURE