Piano per l'Uguaglianza metropolitano

Il Piano per l’Uguaglianza metropolitano nasce per contrastare le disuguaglianze di questo tempo: nel 2020 il 60% dei posti di lavoro persi, in Emilia-Romagna, erano precedentemente occupati da donne (rilevazione ISTAT), anche nel nostro contesto sono prevalentemente le madri a dimettersi dal lavoro pagato nei primi tre anni di vita dei figli (rilevazione dell’ispettorato del Lavoro), infine l’Italia è il Paese con l’indice di occupazione più basso per le giovani donne tra i 24 e i 29 anni.

Per questo risulta fondamentale costruire un Piano, ovvero un insieme di azioni concrete e sistemiche, un’azione trasversale che coinvolga tutti i settori della Politica, ma anche tutta l’Area metropolitana.

Il Piano per l’Uguaglianza non ha precedenti nel contesto nazionale, è dunque un’esperienza pioneristica e innovativa che si colloca in una cornice di riferimento normativa ricca e puntale e che fa riferimento alla Strategia Europea per la Parità di Genere 2020, alla Strategia Nazionale per la Parità di Genere 2021-2026, alla Legge Regione Emilia Romagna Numero 6 del 2014 - Legge Quadro per la Parità e contro le discriminazioni di genere e al Piano di Uguaglianza e di Genere 2021-2024 dell’Università di Bologna.


Il Piano per l’Uguaglianza si compone di 5 Aree di intervento:

  • Lavoro pagato;
  • Lavoro non pagato;
  • Violenza contro donne e minori;
  • Cultura dell’uguaglianza;
  • Discriminazioni multiple, additive, intersezionali

 
I primi passi fatti dall’avvio del nuovo mandato Amministrativo:

  • 23 novembre 2021: presentazione del Piano per l’Uguaglianza in Orientamento – Ex Articolo 35 della Città metropolitana di Bologna.
  • 16 dicembre 2021: presentazione Piano per l’Uguaglianza, insieme al Comune Capoluogo, presso la sede del Quartiere Navile, in modalità mista. Sono state invitate tutte le realtà del territorio metropolitano: sindaci/sindache, assessore/assessori con delega alle pari opportunità, associazioni, terzo settore, organizzazioni sindacali. L’incontro ha avuto l’obiettivo di presentare il Piano ed avviare una prima interlocuzione con le parti coinvolte. A seguito dell’incontro, è stato elaborato un primo documento di sintesi delle questioni emerse.
  • 20 dicembre: convocazione Tavolo Politico metropolitano delle Pari Opportunità per la programmazione e l’organizzazione degli incontri di ambito territoriale/distrettuale. Realizzazione del primo Laboratorio di futuro, in collaborazione con Skopia, che ha coinvolto rappresentanti della sanità, associazionismo, università, mondo della comunicazione, organizzazioni sindacali. L’incontro laboratoriale ha voluto porre le basi concettuali, con esperte/i del tema, per la costruzione del Piano per l’Uguaglianza, con una particolare attenzione alla questione del lavoro pagato.

A seguito della prima presentazione del 16 dicembre, nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio sono stati realizzati gli incontri con i 7 Distretti Pari Opportunità, nelle seguenti date:

  • 16/12/2021 e le Associazioni del territorio;
  • 24/01/2022 Reno-Lavino-Samoggia;
  • 25/01/2022 Savena-Idice;
  • 28/01/2022 Pianura Ovest;
  • 28/01/2022 Bologna;
  • 01/02/2022 Imola;
  • 10/02/2022 Appennino;
  • 10/02/2022 Pianura Est

Nel confronto con i territori dell’Area metropolitana sono state condivise le buone pratiche già esistenti e le proposte di interventi e di azioni necessarie per contrastare le disuguaglianze.

  • 8 febbraio 2022: presentazione dello stato di avanzamento del percorso, in Orientamento – Ex Articolo 35 della Città metropolitana di Bologna.
  • 23 febbraio 2022: presentazione dello stato di avanzamento del percorso in commissione consiliare della Città metropolitana di Bologna.
  • 9 marzo 2022: il sindaco metropolitano Matteo Lepore presenta il percorso per la costruzione del Piano per l’Uguaglianza in Consiglio metropolitano.


In questi mesi sono stati, inoltre, realizzati incontri interni all’Ente, con colleghi e colleghe della Città metropolitana e con diversi attori del territorio, per individuare linee strategiche di collaborazione per lo sviluppo del Piano per l’Uguaglianza. 

Il Piano per l'Uguaglianza si inserisce nella Programmazione dell’Ente, in particolare nel Documento Unico di Programmazione e nel Piano Strategico Metropolitano e nei primi 100 giorni di mandato del Sindaco metropolitano.

Si prevede che il Piano per l'Uguaglianza si doti anche di una nuova Machinery Istituzionale comprendente:

  • L'Assemblea delle Elette.
  • Il Tavolo Politico metropolitano delle Pari Opportunità.
  • Il Tavolo Tecnico metropolitano delle Pari Opportunità.
 
Le tappe del percorso per la costruzione del Piano per l'uguaglianza dal 23/11/2021 a marzo 2022