"Festival dello scrittore" a Tolè: oltre settanta scrittori provenienti da tutta Italia per una grande festa della cultura

Dopo vent'anni la tradizionale festa "Artolè" si arricchisce di un appuntamento a luglio e per l'occasione ospita la prima edizione del Festival dello scrittore

 

Dopo vent’anni la tradizionale festa “Artolè” si arricchisce di un appuntamento a luglio e per l’occasione ospita la prima edizione del Festival dello scrittore: oltre settanta scrittori a disposizione di pubblico e lettori per presentare i loro lavori. Conclusione con Loriano Macchiavelli e Otto Gabos, poi festa fino a sera

 

Saranno più di settanta gli scrittori provenienti da tutta Italia che domenica 15 luglio popoleranno il centro storico di Tolè, paese appenninico noto per le fontane e le opere d’arte che grazie all’associazione Fontechiara negli ultimi vent’anni lo hanno trasformato in un museo a cielo aperto.

A partire dalle 10 non sarà difficile riconoscerli, visto che indosseranno un cappellino rosso che è un po’ il simbolo di questa manifestazione organizzata dalle case editrici Edizioni del Loggione e Damster Edizioni insieme all’associazione Fontechiara, con il patrocinio dell’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese e del Comune di Vergato. Sono scrittori e scrittrici, esordienti oppure con alle spalle diverse pubblicazioni. A loro sarà data la possibilità di farsi conoscere attraverso presentazioni curate dal giornalista Stefano Zanerini e da altri operatori del settore che colloquieranno con gli autori in una “maratona letteraria” che andrà avanti fino alle 15,30. A quel punto gran finale con Loriano Macchiavelli e Otto Gabos, due professionisti che hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa che vuole portare la passione per la lettura tra le strade di un paese in festa. Ci sarà anche il sindaco Massimo Gnudi a rappresentare il Comune di Vergato che negli ultimi anni ha dimostrato di credere in questa piccola frazione e nelle sue potenzialità turistiche. Ovviamente gli scrittori saranno liberi fino a sera di incontrare il pubblico tra i vicoli di Tolè impreziositi dalle opere di Rolando Gandolfi, Wolfango, Demetrio Casile, Paolo Gualandi, Roberto Barbato.

Il “Festival dello scrittore” non vuole però essere una tradizionale manifestazione letteraria: la festa infatti si sposa e si integra con l’iniziativa “Dolci incantesimi: frammenti di Artolè” che aprirà la giornata con una delle sfilate in costume che negli anni ha reso così popolare Tolè, guidata dal cantastorie Federico Berti. Accanto ai libri e agli scrittori ci saranno poi mercatini dell’artigianato, mercatini artistici, botteghe aperte di pittori e scultori, esposizione di burattini, stand gastronomici con specialità montanare e dolci tipici.

Ricchissimo il programma: se la prima parte della giornata infatti sarà principalmente dedicata agli scrittori, alle 15,30 per i più piccoli presso il Boscoparco la Birichinaia di Tolè (un giardino inaugurato l’anno scorso e arricchito da opere d’arte pensate per i più piccoli) ci sarà un laboratorio con la lavanda per costruire bacchette magiche profumate. I piccoli potranno poi salire in sella grazie al Maneggio Filippo di Vedegheto. Alle 17,30 il corteo itinerante attraverserà il borgo sino a raggiungere la vicina Birichinaia dove sarà inaugurata la “Casetta della strega birichina”, opera pittorica dell’artista Nadia Cristoni. Alle 18,30 la compagnia dei Burattini di Riccardo presenterà “Sganapino e la strega birichina”. Conclusione della lunga giornata prevista alle 21 con la favola animata “Dolci incantesimi”.

L'iniziativa è resa possibile grazie al supporto della Coop Reno, di Emilbanca, dell'Ascom e alla partecipazione della Proloco di Tolè e della Libreria Arcobaleno di Vergato.

 
 
 
Data di pubblicazione: 09-07-2108
Data ultimo aggiornamento: 16-07-2018
 

A cura di Ufficio stampa