Esonero versamenti contributi previdenziali

PER AZIENDE CHE NON RICHIEDONO TRATTAMENTI DI CASSA INTEGRAZIONE

E' previsto l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali per aziende (con esclusione del settore agricolo) che non richiedono trattamenti di cassa integrazione ai sensi del D.L. 14 agosto 2020, n. 104. e che abbiano gia' fruito nei mesi di maggio e giugno 2020 dei trattamenti di integrazione salariale con causale «COVID-19 nazionale» di cui al D.L. 17 marzo 2020, n.18 convertito dalla l. 24 aprile 2020, n. 27 e successive modificazioni, ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, per un periodo massimo di 4 mesi, fruibili entro il 31 dicembre 2020, nei limiti del doppio delle ore di integrazione salariale gia' fruite nei predetti mesi di maggio e giugno 2020, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, riparametrato e applicato su base mensile. Per tale datore di lavoro resta precluso l'avvio delle procedure di licenziamento di cui agli artt. 4, 5 e 24 della legge 23 luglio 1991, n. 223 e restano altresi' sospese le procedure pendenti avviate successivamente alla data del 23 febbraio 2020.

PER ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO

E' previsto l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali per assunzioni a tempo indeterminato, fino al 31 dicembre 2020, con esclusione del settore

agricolo. Per i datori di lavoro che assumono, successivamente all'entrata in vigore del D.L. 14 agosto 2020, n. 104 lavoratori subordinati a tempo indeterminato, con esclusione dei contratti di apprendistato e dei contratti di lavoro domestico, e' riconosciuto, ai sensi del comma 4 e ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, l'esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, per un periodo massimo di sei mesi decorrenti dall'assunzione, con esclusione dei premi e contributi dovuti all'INAIL, nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile. Dall'esonero sono esclusi i lavoratori che abbiano avuto un contratto a tempo indeterminato nei sei mesi precedenti all'assunzione presso la medesima impresa.

 

L'esonero come sopra e' riconosciuto anche nei casi di trasformazione del contratto di lavoro subordinato a tempo determinato in contratto di lavoro a tempo indeterminato ed e' cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente.

ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO NEL SETTORE TURISTICO

E' previsto l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali per assunzioni a tempo determinato nel settore turistico e degli stabilimenti termali, limitatamente al periodo dei contratti stipulati e comunque sino ad un massimo di tre mesi, per le assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali.

 

 
Data ultimo aggiornamento: 19-08-2020