Tartufesta 2018: si apre la più grande manifestazione autunnale dell’Appennino bolognese

Degustazioni, mostre, mercatini di prodotti tipici, escursioni guidate e menù speciali dedicati al tartufo

Tartufo - Archivio Città metropolitana di Bologna
 

Il tartufo bianco pregiato dei colli bolognesi è anche quest’anno il protagonista di Tartufesta, la più grande manifestazione autunnale dell’Appennino bolognese, che prenderà il via il prossimo fine settimana. Intenditori, golosi e amanti della buona tavola potranno vivere la magia dell’Appennino e dei suoi caldi colori autunnali tra stand, eventi gastronomici e ottimo cibo, seguendo l’inconfondibile aroma di questo pregiatissimo prodotto del sottobosco.
Tartufesta quest’anno promette di fare il salto di qualità, trasformandosi da tradizionale appuntamento enogastronomico, in un ricco programma che va a completare l’offerta per il tempo libero pensata per cittadini metropolitani e turisti. Per questo motivo a fianco degli eventi enogastronomici sono state inserite iniziative musicali e culturali, senza trascurare i prodotti turistici che ancora in questa stagione continuano a richiamare molti appassionati di trekking, come la Via degli dei e la Via della lana e della seta.
A questa evoluzione hanno lavorato il Tavolo dell’Appennino di concerto con la Destinazione turistica Bologna metropolitana e il supporto di Bologna Welcome.

Il programma
Sabato 13 e domenica 14 ottobre - Tartufesta a Lizzano in Belvedere menù a base di funghi e tartufi nel ristorante all'aperto e nei ristoranti locali. Mercato artigianale e dei prodotti tipici e dell'artigianato, vendita di tartufi, mostra micologica, trekking guidato alla scoperta del sottobosco a cura della Cooperativa Madreselva, attività per bambini, enoteca con degustazioni.
Domenica 14 ottobre - Tartufesta a Vergato per le strade del centro cittadino mercatino dei tartufi, funghi, prodotti tipici e artigianato locale. Stand gastronomici con specialità a base di tartufi e funghi: borlenghi, crescentine, polenta, caldarroste, intrattenimenti musicali e mercatino delle cose antiche. A cura di AVIS, ANA Vergato, CRI Vergato. Al mattino inoltre gara regionale di orienteering "Sprint relay".
A Monzuno Tartufesta il 14 e 21 ottobre con gastronomia, presentazioni, mostre, musica, caldarroste e vino nuovo. Fiera mercato di prodotti agroalimentari, marroni prodotti dai castanicoltori locali, prodotti stagionali del bosco e sottobosco. Protagonisti  i marroni, le castagne, i funghi e il re della cucina, “il tartufo bianco” Tuber Magnatum. Pranzo sotto il tendone a base di tartufo bianco (prenotare a info@prolocomonzuno.it) o polenta.  Nel pomeriggio frittelle di castagne, torta di castagne, zuccherotti montanari, crèpes ripiene di gelato di castagne, dopo le 18 crescentine. Spazio bimbi tutta la giornata a cura dell’associazione Artemisia e cavalcata guidata per bambini con i pony del circolo ippico «Valle». Il 14 ottobre alle 8,30 camminata didattica alla scoperta dei boschi e della natura con Loris Arbati, con partenza da piazza Salvo D’Acquisto, alle 10,30 presentazione a cura di Francesco Brusori dei libri di Jean Pascal Marcacci e Romano Colombazzi presso la Biblioteca Comunale, dalle ore 15,30 l’associazione culturale “La Violina” propone le danze tradizionali della montagna, dalle 18 si balla con Maurizio Sandri. Il 21 ottobre Francesco Brusori presenta alle 10,30 dei libri di Loris Arbati e Fabrizio Carollo, dalle ore 15,30 concerto della Banda Bignardi. A cura della Proloco di Monzuno. Inoltre dal 14 al 21 ottobre seconda edizione del concorso «Artisti di classe» in collaborazione con l’Istituto comprensivo Vado-Monzuno.
Nel borgo medievale di Castel di Casio il 13 e 14 ottobre - Tartufesta agricola: esaltazione dei prodotti della terra. Mercato toscano, mercatino e degustazione prodotti della terra, mostra micologica, musica dal vivo. Sabato 13 ottobre alle 15,30 presso la Sala Civica Carlo Cosimi in via dello Sport incontro dal titolo “Mille modi per fare apicoltura: piccoli escursus sulla selezione genetica varianti alla sola vendita di prodotti dell’arnia”. Mediatore Giuliano Saccani, relatore Davide Stagnozzi. Alle 19 cena rurale e musica dal vivo. Domenica 14 ottobre alle 9 spuntino di accoglienza per agricoltori, alle 10 sfilata e benedizione dei trattori, alle 11.30 dimostrazione cani da tartufo. Alle 13 pranzo contadino.
A Castiglione dei Pepoli, in piazza della Libertà, Tartufiera: sabato 20 ottobre dalle 12 alle 22 cucina a base di tartufo, alle 19 serata musicale. Domenica 21 ottobre dalle 12 alle 22 cucina a base di tartufo, alle ore 16 show cooking, mercato in via Pepoli, e poi ancora produttori agricoli, espositori di prodotti agroalimentari di stagione quali tartufi, funghi, miele, castagne, pane, dolci. A cura della Proloco di Castiglione.
Il ciclo si conclude il 4 novembre a Camugnano con la Tartufesta dalle 10 fino a sera funghi, tartufi, caldarroste, mercatino tipico, stand gastronomico con tortelli di patate al tartufo, panini, tigelle, borlenghi e intrattenimento musicale e a Campolo (Grizzana Morandi) con assaggi e degustazioni, mercatino con i prodotti della terra e stand gastronomici, menù a base di tartufo e funghi in alcuni ristoranti del paese, caldarroste e funghi.

 

 
 
Data di pubblicazione: 12-10-2018
Data ultimo aggiornamento: 11-10-2018
 

A cura di Ufficio stampa