SP 65 Futa, ecco il report sulla sicurezza: 82 feriti e 9 morti dal 2010 (3 solo quest'anno)

Città metropolitana e sindaci chiedono un incontro in Prefettura per proporre 6 autovelox. Lo studio sulla sicurezza presentato dai tecnici di Palazzo Malvezzi

Controlli sulla Futa
 

La Città metropolitana, insieme ai sindaci di Pianoro, Loiano e Monghidoro e all’Unione Valli del Savena e Idice, ha inviato alla Prefettura una richiesta di incontro per presentare lo studio sulla sicurezza sulla SP 65 della Futa che individua soluzioni alle criticità segnalate sul tratto di strada tra Pianoro e il confine con la Toscana, in primis l’installazione di 6 autovelox.

Lo studio è stato presentato il 10 settembre in Città metropolitana dai tecnici di Palazzo Malvezzi alla presenza di comitati dei residenti e associazioni, del consigliere delegato alla Viabilità Marco Monesi, dei sindaci dei Comuni di Pianoro, Loiano e Monghidoro, dei Consiglieri metropolitani (l’audizione era stata richiesta dalla Presidente della 1° Commissione Marta Evangelisti) e dell’Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale.

Nel report ci sono i dati sugli incidenti dal 2010 ad oggi: 82 (di cui circa un terzo hanno visto il coinvolgimento di moto) con 100 feriti e 9 morti (di cui 3 solo quest’anno), con un focus su quelli in cui sono stati coinvolti mezzi a due ruote, una mappatura dei luoghi in cui sono avvenuti e i limiti di velocità esistenti sui 28,7 km di strada che si snodano in 110 curve e attraversano 7 centri abitati. Un tracciato molto amato dai motociclisti che, soprattutto nei fine settimana, lo percorrono in entrambi i sensi di marcia creando, a detta di residenti e amministratori, una situazione di pericolosità e di inquinamento acustico insostenibile.

Nello studio vengono infine individuati 6 punti in cui sarebbe possibile installare i sistemi di controllo della velocità, proposta che sarà oggetto dell’incontro con la Prefettura e di ulteriori approfondimenti da parte dei due Tavoli, tecnico e politico, costituiti dal consigliere metropolitano alla Mobilità sostenibile e Viabilità Marco Monesi.

La richiesta dei sindaci dell’Unione Savena Idice e dei comitati è di intervenire il prima possibile su una situazione che da anni mette a dura prova la tranquillità e la sicurezza dei residenti.

 

Qui il report completo

 
 
Data di pubblicazione: inserire data
Data ultimo aggiornamento: 13-09-2019
 

A cura di Ufficio stampa

 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy