L'antica sorgente Perìo (Castel di Casio) è la migliore dell'Appenino tosco-emiliano

Premiata per qualità e purezza al Festival nazionale dell'acqua di Alto Reno Terme

Foto: immagine dal programma del Festival dell'Acqua
 

L'antica fonte Perìo a Castel di Casio, nota per le qualità salutari sin dal XIII secolo, è risultata prima per qualità e purezza fra le sorgenti libere dell'Appennino tosco-emiliano. La classifica è stata stilata durante l'ultima edizione del Festival nazionale dell'acqua ad Alto Reno Terme, che si è tenuto a Porretta Terme dal 22 al 24 giugno scorsi.
Sette le sorgenti in gara sottoposte alla valutazione della commissione di assaggiatori, che ne ha analizzato le proprietà organolettiche relative al gusto, al colore e alla limpidezza. La classifica, dunque, vede al primo posto la sorgente Perìo a Castel di Casio, seguita dalla fonte di Casa Calistri a Granaglione e dalla fonte del Catinino nel vicino territorio di Sambuca Pistoiese.
A ricevere il primo premio, realizzato dall'artista porrettana Elena Brasa, è stata la Pro Loco di Badi. La fonte Perìo si trova all'interno di un parco di castagni, con ponti e ruscelli, vicino al lago di Brasimone.
Link: Castel di Casio

Unione dei Comuni dell'Appennino bolognese

 
 
Data di pubblicazione: 02-07-2018
Data ultimo aggiornamento: 04-07-2018
 

A cura di Ufficio stampa