Giornate Fai d'autunno, aperture straordinarie di palazzi storici, chiese, borghi

Gli appuntamenti, il 17 e 18 ottobre e il 24 e 25 ottobre, alla scoperta del patrimonio storico, artistico e paesaggistico di Bologna e della città metropolitana

Ponte Alidosi a Castel del Rio - Foto dal sito FAI
 

Visite a palazzi storici, a luoghi di culto e borghi, ma anche percorsi di trekking, itinerari culturali e mostre. Torna l’appuntamento dedicato alla scoperta e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico realizzato dal Fai, Fondo Italiano per l’Ambiente, rimandato dalla primavera all’autunno a causa dell’emergenza Covid. Questa edizione è dedicata in particolare alla fondatrice, Giulia Maria Crespi, scomparsa lo scorso luglio.

L’iniziativa organizzata dal Fai nazionale si svolge contemporaneamente in tutta Italia, per due weekend il 17/18 e il 24 e 25 ottobre, aprendo al pubblico luoghi solitamente chiusi a volte sconosciuti e spesso “segreti”, coinvolgendo tutte le reti territoriale di delegati e volontari, con il prezioso supporto della Protezione civile, della Croce Rossa e dell’Arma dei Carabinieri, che per la prima volta affiancano il Fai, in questo particolare periodo di emergenza sanitaria.

Numerose le realtà di Bologna e della città metropolitana che partecipano alla manifestazione. Nel fine settimana del 17 e 18 ottobre si potranno visitare la Quadreria del Ritiro San Pellegrino ad Argelato; a Bologna aprono le loro porte Palazzo Fava da San Domenico, Palazzo Boncompagni e Palazzo Davìa Bargellini.
A Dozza: Chiesa dell'Assunzione di Maria Vergine di Dozza, La Tana del Drago -Tolkien Studies Center, La Passeggiata degli Artisti e il Muro Dipinto.
A Marzabotto si visita Villa Aria e il Parco Etrusco; mentre, a Medicina visite guidate si terranno all'Oasi del Quadrone, presso la Chiesa del Carmine e la Chiesa di Santa Maria della Salute.

Nel fine settimana del 24 e 25 ottobre a Bologna sono aperti Palazzo Boncompagni e Palazzo Davìa Bargellini. A Castel del Rio si potranno visitare Palazzo Alidosi, la Pieve di Ca Maggiore-Coniale, Ponte degli Alidosi e la Chiesa Beata Vergine del Sudore. In programma anche il Percorso Alidosi a cura del sindaco di Castel del Rio Alberto Baldazzi.
Infine, a Pieve di Cento è in programma la visita "Il Cristo di Pieve: tra Fede, Storia, Arte e Leggende".
Link: I luoghi da visitare a Bologna e nella città metropolitana

 
 
Data di pubblicazione: 09-10-2020
Data ultimo aggiornamento: 09-10-2020
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy