Comunicato stampa

"Scuole e crowdfunding: storie di successo" il 3 dicembre a Palazzo Malvezzi un convegno per mostrare casi virtuosi di raccolta fondi per la scuola


 
 

Per una scuola le potenzialità di una campagna di crowdfunding sono innumerevoli e spaziano dalla raccolta fondi, alla formazione degli studenti fino al coinvolgimento della comunità nella vita dell’istituto. Ma quali sono le caratteristiche del crowdfunding e come sviluppare un progetto di raccolta fondi in ambito scolastico?

Per approfondire il tema e fornire spunti operativi a docenti, dirigenti scolastici, operatori del terzo settore e rappresentanti della pubblica amministrazione, Ginger Crowdfunding e l’Hub del Crowdfunding della Città metropolitana, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale, organizzano l’evento gratuito “Scuole e crowdfunding: storie di successo”, che si terrà martedì 3 dicembre, nell’ambito della sesta edizione del Festival della Cultura Tecnica (dalle 15 alle 17 Sala del Consiglio, Palazzo Malvezzi via Zamboni 13 Bologna).

Il crowdfunding è uno strumento di raccolta fondi online che premia e valorizza i progetti concreti capaci di coinvolgere una comunità coesa di sostenitori. Per una scuola una campagna di crowdfunding è quindi l’occasione ideale per migliorare ambienti e strumentazioni, organizzare viaggi-studio, soddisfare esigenze didattiche straordinarie e tanto altro grazie al supporto di tutte le persone che la vivono. Docenti, studenti, famiglie, cittadini e imprese con il crowdfunding uniscono le proprie energie per raggiungere, insieme, un obiettivo condiviso.

Il convegno sarà l’occasione per raccontare in modo pragmatico le opportunità del crowdfunding nelle scuole da prospettive differenti. Dopo l’apertura di Fausto Tinti, vicesindaco metropolitano con delega allo Sviluppo Economico , Marino Cavallo, Project Manager del progetto europeo Crowd-Fund-Port e responsabile del Servizio Ricerca, innovazione e gestione progetti europei dell’Ente, evidenzierà i numerosi profili di interesse del crowdfunding per la pubblica amministrazione. Agnese Agrizzi, fondatrice di Ginger e Luca Borneo, responsabile della piattaforma Ideaginger.it, presenteranno diverse esperienze di successo di raccolta fondi promosse da istituti scolastici. La professoressa Silvia Pirini Casadei, docente formatrice e progettista della campagna Laboratorio di robotica educativa e coding: un ponte fra la scuola e il futuro dei nostri figli illustrerà come il crowdfunding possa fornire nuove opportunità didattiche convogliando le energie di un’associazione, dei genitori, degli studenti e delle imprese del territorio. La professoressa Claudia Colombo e alcuni studenti del Liceo Copernico di Bologna racconteranno l’esperienza di Non costruite muri, dipingeteli!, la campagna di crowdfunding sviluppata all’interno della scuola lungo un progetto di alternanza scuola lavoro mentre Alberto Montanari, responsabile terzo settore di Emil Banca spiegherà perché una banca del territorio creda nel valore civico e formativo del crowdfunding.

Scuole e crowdfunding: storie di successo sarà l’occasione per un ampio confronto con i partecipanti, per rispondere ad esigenze specifiche e fornire strumenti concreti per costruire un progetto di raccolta fondi in ambito scolastico.

L’evento è gratuito e aperto a tutti, per partecipare è sufficiente compilare il modulo di iscrizione online

 

Ginger Crowdfunding è attiva nel settore del crowdfunding dal 2013, occupandosi di management di campagne di raccolta fondi, formazione e sviluppo piattaforme. Ideaginger.it, la piattaforma di crowdfunding territoriale di Ginger, ha ospitato finora più di 290 progetti, che hanno raccolto complessivamente oltre 2,3 milioni di euro coinvolgendo più di 55.000 sostenitori e con un tasso di successo dell’89%, il più alto a livello nazionale. Ginger ha già seguito oltre 15 campagne di crowdfunding per progetti scolastici e ha sviluppato per Fondazione Nord Est Fablab a Scuola, la piattaforma di crowdfunding che ha permesso a numerosi istituti scolastici di acquistare strumentazione all’avanguardia.

L’Hub del Crowdfunding della Città metropolitana è stato finanziato dal programma Interreg Central Europe dell’Unione Europea attraverso il progetto Crowd-Fund-Port, di cui la Città metropolitana e l’Università di Bologna sono partner. L’Hub è stato inaugurato lo scorso giugno e offre gratuitamente informazione, consulenza e supporto a chi vuole approcciarsi allo strumento.

 

Per informazioni e contatti:
Luca Borneo press@ideaginger.it
Cel. 391 7064691

Marzia Florindi hubcrowdfunding@cittametropolitana.bo.it
Tel. 051 6598505

 

 
 
 
A cura di:
Ufficio stampa
 
 

Data ultimo aggiornamento: 29-11-2019