Tornano le Giornate Fai di Primavera: sabato 23 e domenica 24 marzo

Nella città metropolitana di Bologna aperti al pubblico 13 edifici storici

Foto Giancarlo Vaccaro © FAI - Fondo Ambiente Italiano
 

Sabato 23 e domenica 24 marzo tornano le Giornate Fai di Primavera, il tradizionale appuntamento dedicato alla scoperta e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico. Sarà un week-end dedicato all’immenso patrimonio artistico e naturalistico del nostro Paese, in cui vengono aperti al pubblico in tutta Italia palazzi, musei, residenze, parchi e siti solitamente chiusi ai visitatori. Luoghi sconosciuti e spazi spesso “segreti”.

I luoghi aperti nel territorio della città metropolitana sono 13: a Bologna Villa Aldrovandi Mazzacorati e il teatro settecentesco a Bologna, il Complesso di San Martino, Palazzo Fava Da San Domenico e Palazzo Marescotti Brazzetti. A Castel San Pietro Terme il Cassero di Castel San Pietro e il Santuario del Ss. Crocifisso. A Imola Palazzo Tozzoni, il Complesso Sante Zennaro, l'Archivio Carducci-Archivio Storico Scolastico Ic2, la Rocca Sforzesca e Palazzo Vacchi Suzzi. Infine, a Pieve di Cento visite alla Collegiata S. Maria Maggiore e apertura straordinaria della Torre Campanaria.
A fare da guida saranno gli studenti dei licei - gli “apprendisti ciceroni”, mentre volontari del progetto “Fai ponte tra culture” proporranno visite speciali in lingua.
Informazioni: Giornate Fai (gli orari di apertura possono variare, quindi è bene verificare sul sito)
Tel. 051/240650 E-mail segreteriafaiemiliaromagna@fondoambiente.it

 
 
Data di pubblicazione: 20-03-2019
Data ultimo aggiornamento: 20-03-2019
 

A cura di Ufficio stampa

 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy