Incidentalità: aumentano i decessi, in calo incidenti e feriti nel primo semestre 2017

Pubblicato il report della Città metropolitana

Traffico - Archivio Città metropolitana di Bologna
 

Il report del primo semestre 2017 sull'incidentalità a cura dell'Ufficio di Statistica della Città metropolitana di Bologna, pubblicato giovedì 23 novembre, rivela una diminuzione del numero di sinistri stradali e degli infortunati - rispetto al primo semestre 2016 - ma anche un aumento della mortalità con 11 decessi in più.

I dati sono riferiti a tutte le strade - autostrade, raccordi, statali, provinciali, comunali - ricadenti all'interno del territorio metropolitano.

I decessi sono infatti 43 rispetto ai 32 dei primi sei mesi del 2016, con picchi nei mesi di aprile e maggio (rispettivamente 12 e 10 decessi). Nel dettaglio nei primi sei mesi di quest'anno è aumentata la mortalità degli automobilisti (+12 unità), dei motociclisti (+4) e dei camionisti (+2), mentre è calata per quello che riguarda ciclisti (-3) e pedoni (-3).
Gli infortunati sono 2.575, rispetto ai 2.702 del primo semestre 2016, in diminuzione quindi di 127 unità. L’analisi della lesività degli incidenti rispetto ai veicoli coinvolti mostra una generale e complessiva diminuzione degli infortunati per tipologia di veicolo a eccezione dei motociclisti in leggero aumento.

Rispetto agli utenti deboli, nel complesso del territorio metropolitano sono diminuiti i ciclisti e i pedoni morti e feriti in sinistri stradali, questo dato è invece in leggera controtendenza nel comune capoluogo dove, a fronte di valori stazionari registrati per i pedoni, i ciclisti denotano un leggero incremento sia tra i morti (+1) che tra i feriti (+11).
Gli incidenti stradali sono stati 1.850, 105 in meno rispetto al primo semestre 2016.
In valore assoluto, le variazioni più rilevanti riguardano naturalmente i comuni di maggiori dimensioni, Bologna e Imola (rispettivamente con 33 e 13 incidenti in più), mentre nei comuni di Valsamoggia e Zola Predosa si rileva una diminuzione rispettivamente di 15 e 20 sinistri.

“L'aumento importante del numero di decessi in questi primi 6 mesi – è il commento del Consigliere delegato alla Viabilità Marco Monesi - ci preoccupa, anche perchè la tendenza dell'ultimo decennio era stata di segno opposto. Occorre quindi impegnarsi maggiormente e lo faremo anche nell'ambito del Piano Urbano della Mobilità sostenibile che ha tra i suoi obiettivi anche la sicurezza stradale. In questo senso saluto positivamente la Firma del "Protocollo di intesa per l'individuazione e la realizzazione di specifiche iniziative mirate alla prevenzione dell'infortunistica stradale" tra Prefettura, Città metropolitana e amministrazioni del territorio che avverrà questo pomeriggio.”

 
 
Data ultimo aggiornamento: 23-11-2017
 

A cura di Ufficio stampa

 

Per rimanere sempre informato su notizie, appuntamenti e opportunità iscriviti alla nostra newsletter settimanale "Bologna metropolitana"