Telelavoro

Per telelavoro si intende la prestazione di lavoro eseguita dal dipendente al di fuori della sede di lavoro, con il supporto di tecnologie informatiche e della comunicazione che consentono il collegamento con l'amministrazione. Il telelavoro può essere svolto in qualsiasi luogo dove la prestazione sia tecnicamente possibile, quale, ad esempio, il domicilio del dipendente oppure un telecentro.


Nel 2006, a conclusione della positiva fase di sperimentazione avviata nel novembre 2002, è stata approvata l'introduzione, nell'Ente del telelavoro quale forma di lavoro flessibile, secondo le modalità descritte nel Progetto generale di telelavoro e nel relativo CCDI, documenti che descrivono le finalità, le caratteristiche  ed i criteri di assegnazione del telelavoro, le caratteristiche della postazione, le modalità di svolgimento della prestazione lavorativa e di reintegrazione nella sede di lavoro originaria, le relazioni sindacali, le modalità di monitoraggio e le indicazioni per la predisposizione di progetti specifici.


Il progetto di sperimentazione del telelavoro della Provincia di Bologna è stato premiato nell'anno 2004 come progetto segnalato nell'ambito del premio "100 progetti al servizio dei cittadini" realizzato dal Dipartimento della Funzione Pubblica ed inserito nella Banca Dati dei buoni esempi.

 

 
 
 
Data ultimo aggiornamento: 06-05-2022