Comunicato stampa

Viabilità, partiti i lavori sulla SP 632 “Traversa di Pracchia”. Da martedì 6 aprile chiusura al transito - FOTO


 
 

Sono partiti i lavori sulla strada provinciale SP 632 “Traversa di Pracchia” nel comune di Alto Reno Terme, per ripristinare la sede stradale dopo la frana del 2018.
Da martedì 6 aprile per il tempo strettamente necessario, almeno una settimana, è prevista la chiusura al transito della strada dal km 1+900 al km 2+000.
Il traffico in entrambe le direzioni di marcia verrà deviato sulle strade provinciali SP 64 “Granaglione – SS64” e SP55 “Case Forlai” I e II tronco.

 

Il 5 marzo 2018 la strada al km 1+950 era stata interessata da un cedimento della scarpata di valle causato dagli intensi fenomeni nevosi delle ultime settimane.
La strada era stata immediatamente chiusa al traffico per circa un mese per permettere la rimozione dei depositi e la messa in sicurezza del pendio. È stato poi costruito un muro di sostegno (gabbionata in pietrame su 2 ricorsi di lunghezza 30 metri) per poter consentire in sicurezza la riapertura al transito veicolare a senso unico alternato con impianto semaforico.

Ora con un intervento complessivo di 313.400 euro, finanziato dalla Protezione Civile per 230.400 euro e con una integrazione della Città metropolitana di 83.000 euro, si è avviato il cantiere che permetterà di arrivare a una riapertura totale e definitiva della strada prevista per inizio giugno.

  

"Si tratta di un intervento complesso – ha sottolineato il consigliere metropolitano delegato alla Viabilità Marco Monesi - che ha richiesto prima opere provvisorie per riaprire parzialmente la strada, ed ora un cantiere definitivo. È quindi passato diverso tempo da quando la frana interruppe la strada alla sua sistemazione definitiva. In particolare per le frane trascorre diverso tempo anche perché occorre capire l'evoluzione dei movimenti del terreno, oltre che recuperare le risorse, fare i progetti, svolgere le gare, aggiudicare i lavori."

 

Immagine in formato JpegScarica una foto dei lavori (378 KB)

 
 
 
A cura di:
Ufficio stampa
 
 

Data ultimo aggiornamento: 01-04-2021