Difensore civico

La Città metropolitana, con delibera n. 6/2019, ha stipulato una convenzione per la condivisione dell'Ufficio di difesa civica regionale, ora competente per le questioni relative ai rapporti tra l'utenza e la Città metropolitana stessa.

Il Difensore civico interviene a garanzia dei diritti e degli interessi dei cittadini nei confronti dell'amministrazione pubblica e di tutti quei soggetti, anche privati, che svolgono una funzione pubblica o di pubblico interesse, come i gestori di acqua, luce e gas.

Il Difensore interviene, sia su richiesta che d'ufficio, per tutelare i cittadini in tutti i casi di cattiva amministrazione: ad esempio per carenze, disfunzioni, abusi o ritardi, come i pagamenti non dovuti di ticket, tributi e multe. È eletto ogni cinque anni dall'Assemblea legislativa, dove ha sede, e il servizio che offre è gratuito e aperto a tutti.

Possono rivolgersi al Difensore civico i cittadini, le associazioni e le imprese che ritengono di avere subito dalla Pubblica Amministrazione una violazione dei propri diritti o interessi legittimi. Con l'intervento del Difensore civico – gratuito – si cerca di trovare una soluzione non giudiziale al problema, con un notevole risparmio temporale ed economico.

Il Difensore civico regionale è Carlotta Marù, eletta dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna il 18 giugno 2018.

Info e contatti Difensore civico:

https://www.assemblea.emr.it/difensore-civico

Tel. 051.527 6382

 

Per informazioni sulla convenzione tra Città metropolitana e Regione Emilia-Romagna:

Servizio Innovazione istituzionale e amministrativa

Tel. 051.659 8225