Comunicato stampa

Tavolo metropolitano emergenza neve: necessario un intervento più strutturale


 

Di recente si è fatto il punto della situazione in Città metropolitana sulle attività del Tavolo metropolitano permanente per la manutenzione e il monitoraggio di reti e servizi in vista dell’imminente stagione invernale che in passato ha visto l’ingenerarsi, in seguito a delle sporadiche ma abbondanti nevicate, di molti disagi soprattutto per gli abitanti dei comuni appenninici ma anche di altre zone in ambito metropolitano.

Il consigliere delegato Monesi ed il dott. Zanaroli hanno illustrato il percorso avuto dal tavolo che si è concretizzato per ora in una potatura straordinaria di alberature pubbliche e private a carico dei soggetti gestori della rete elettrica. Di questo risultato occorre sicuramente rendere merito e ringraziare tutti gli attori coinvolti che con spirito volontaristico hanno voluto impegnare risorse per ridurre i problemi che un fenomeno meteorologico avverso può arrecare al territorio.

Ma è proprio lo spirito definito “volontaristico” dal consigliere delegato da parte dei partecipanti al tavolo che preoccupa poiché contrasta con l’obiettivo di rendere strutturale la gestione delle conseguenze di eventi atmosferici, neanche poi tanto eccezionali a queste latitudini, in modo da mitigarne l’impatto ed evitare sia il blocco delle attività produttive di una parte importante della nostra regione ma anche per non permettere più l’interruzione di servizi essenziali per la cittadinanza soprattutto per quella parte in condizioni di maggiore fragilità.

Occorrerà coinvolgere maggiormente la Regione che finora sembra essere stata abbastanza assente su quest’ambito soprattutto in virtù della sua competenza in materia di Protezione Civile e per la sua maggiore disponibilità di risorse sia tecniche che finanziarie, come pure pare indispensabile il coinvolgimento della prefettura sia per il suo ruolo di coordinamento che di raccordo con lo Stato! È necessario raggiungere un protocollo di intesa da far sottoscrivere a tutte le parti coinvolte in situazioni di emergenza che vanno dagli enti pubblici alle forze dell’ordine fino ai gestori privati di servizi pubblici. Non ultimo è fondamentale individuare un modello informativo chiaro ed unificato dello stato degli interventi per i cittadini che si trovano in difficoltà.

In tal senso proveremo a far approvare un ordine del giorno in modo che il consiglio metropolitano si esprima formalmente sulle necessità esposte e richieda agli organi competenti un maggiore coinvolgimento.

 


Data ultimo aggiornamento: 12-11-2018