Comunicato stampa

Villa Smeraldi, approvato il Rendiconto di gestione 2016 Numerosi i progetti speciali realizzati, un accordo per l'allestimento di FICO


 
 

Il Consiglio metropolitano ha approvato il Rendiconto di gestione per il 2016 dell’Istituzione Villa Smeraldi - Museo della civiltà contadina con 17 voti favorevoli (Pd, Rete civica e Movimento 5 stelle) e 2 astenuti (Uniti per l'alternativa).
Dalla documentazione tecnica ed economica è emersa piena coerenza nei progetti realizzati e negli interventi condotti con le finalità dell’Istituzione e con quanto previsto nel Bilancio di previsione per l'anno 2016.

Il risultato di amministrazione al 31 dicembre 2016 è di 172.955,03 euro, di cui 77.176,25 vincolati e 95.778,78 di avanzo disponibile. L'avanzo di competenza dell’anno 2016 è di 38.691,02 euro. Sotto l'aspetto economico patrimoniale, il bilancio dell’esercizio 2016 si chiude con un utile pari a 43.315,31 euro.

Come ogni anno una particolare attenzione è stata riservata alle attività indirizzate alle scuole – provenienti da tutto il territorio metropolitano (ma non solo) - e alle famiglie insieme al pubblico domenicale con la realizzazione di oltre duecento incontri e laboratori. Tra questi il Laboratorio dell'insetto realizzato, in collaborazione con il Museo del Cielo e della Terra di San Giovanni in Persiceto, sui temi dell'impollinazione e del mantenimento della biodiversità.

A fianco della consolidata vocazione didattica, tra le attività evidenziate nel Programma delle attività per il 2016 vi sono molti progetti speciali, tra cui il progetto sulla nuova sezione relativa agli abiti contadini, con particolare attenzione alla canapa, sostenuto da un accordo con l'IBACN della Regione Emilia-Romagna e le attività di rete fra i musei aventi per tema i novecento anni del Comune di Bologna.
Inoltre l'adesione alla Card Musei Metropolitani lanciata dal Comune di Bologna e la condivisione di progetti, in particolare con i Musei dei Comuni della Pianura Est, hanno costituito l'elemento di continuità sul tema del Sistema museale metropolitano.
Sempre in un'ottica di rete e di collaborazione, il Museo ha partecipato con l'Unione Reno Galliera alla realizzazione della stagione teatrale, ospitando lo spettacolo inaugurale della stagione.

È stato siglato anche un importante Accordo triennale di collaborazione con FICO Fabbrica Italiana Contadina, per l'allestimento di un percorso museale per oltre duemila mq articolato in quattro sezioni – grano, riso, canapa e vino –  all'interno dell'edificio dell'ex CAAB Mercato Ortofrutticolo, dove a ottobre inaugurerà il più grande centro al mondo per la celebrazione della bellezza dell'agro-alimentare italiano. Il progetto scientifico dettagliato e l'allestimento verranno realizzati nel 2017 in collaborazione con Associazione Gruppo della Stadura.

È proseguita anche per il 2016 la campagna di crowdfunding #ILOVEPOMARIO, per il sostegno del Pomario, il frutteto di Villa Smeraldi, unico impianto su basi scientifiche aperto a tutti, di antiche e rare piante da frutto della campagna bolognese ed emiliana.
Tra i progetti speciali da segnalare anche “FotografiAMO il POMARIO”: alcuni fotografi del territorio dell'unione Reno Galliera hanno fotografato le piante del Pomario in ogni stagione dell'anno documentandone tutte le fasi di sviluppo. Le immagini più significative sono state proposte in un video ed esiste un progetto in collaborazione con IBACN per realizzare una pubblicazione.
Inoltre per le scuole è stato progettato un Concorso sul tema della “Memoria digitale – Cerca nel Cassetto e condividi sul web”, da realizzarsi nel 2017, per stimolare la creatività dei ragazzi richiamando la loro attenzione sugli oggetti della vita e del lavoro dei contadini e per incrementare il database del sito “Cerca nel cassetto” sulle memorie contadine.   

Come ogni anno sono state realizzate due edizioni, estiva e autunnale, della manifestazione “Open day del gusto” per la promozione del turismo nella pianura bolognese, in collaborazione con Associazione Orizzonti di Pianura, Unione Reno Galliera e Associazione La Stadura. Con quest'ultima prosegue anche la collaborazione per le Rievocazioni storiche del lavoro nei campi e in occasioni di feste particolari.

 
 
 
A cura di:
Ufficio stampa
 
 

Data ultimo aggiornamento: 28-04-2017