salta ai contenuti

lavoro

 

31 posti in aziende private e 7 posti in Pubbliche Amministrazioni del territorio provinciale bolognese nella nuova edizione della "Chiamata con Avviso pubblico" per lavoratori iscritti negli elenchi della Legge 68/99

 

Dal prossimo 21/10/2019 fino al 4/11/2019 l’Ufficio Inserimento Lavorativo Disabili di Bologna effettuerà una nuova "Chiamata con avviso pubblico", prevista dall’art. 9, co. 5 della L. 68/99, per l’avviamento d’ufficio di n. 38 persone con disabilità iscritte negli elenchi del collocamento mirato.
Le persone con disabilità interessate all’avviamento al lavoro, che non abbiano una invalidità psichica (art. 9, co.4 L. 68/99) potranno fornire le proprie disponibilità per essere avviate nelle postazioni pubblicizzate.

 

Sarà possibile aderire:

  • Presentandosi personalmente presso gli sportelli dei Centri per l’Impiego e l'Ufficio Disabili e compilando un apposito modulo di candidatura,
  • oppure inviando lo stesso modulo (allegato a questo Avviso) via PEC all’indirizzo:
    arlavoro.bomirato@postacert.regione.emilia-romagna.it purché:
    - venga utilizzata esclusivamente la PEC personale del/della candidato/a;
    - l’invio avvenga solo nel periodo di pubblicazione della Chiamata
    - il modulo di adesione sia firmato dall’interessato/a con firma digitale o autografa accom-pagnata da un documento di riconoscimento in corso di validità.

 

Al momento dell'adesione il candidato:

  • dovrà essere disoccupato ai sensi del L. 26/2019 e iscritto all'elenco della L. 68/99 alla data del 18/10/2019 . Si ricorda che la conservazione dell’iscrizione agli elenchi del collocamento mirato è consentita in presenza di un contratto di lavoro a tempo determinato o a tempo inde-terminato instaurati successivamente alla data del 30/3/2019 qualora il reddito che ne derivi per l’anno 2019 sia inferiore a:
    - €. 8.145,00 (lavoro dipendente)
    - €. 4.800,00 (lavoro autonomo)

 

I LAVORATORI INTERESSATI

  • dovranno presentarsi allo sportello muniti di un documento di identità valido, dell’eventuale nuovo verbale di invalidità e della diagnosi funzionale (solo i disabili)
  • dovranno autocertificare il reddito relativo all’anno 2017 e la presenza di eventuali familiari a carico.

 

 
 
 
 
Data ultimo aggiornamento: 21-10-2019
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio