Biblioteca Nuova Scuola di Musica 'Vassura Baroncini'

ex Convento dell'Annunziata - via Fratelli Bandiera, 19 - 40026 Imola (Bo)
tel 0542 602470 fax 0542 602495
 
 
 
 
 
Tipologia
 
 
Servizi
Polo UBO-SBN
 
 

Accesso e Apertura

 

Patrimonio 3700 tra spartiti e musica a stampa; 300 volumi di saggistica; 352 cd musicali;  81 dischi in vinile


Servizi al pubblico lettura in sede; prestito (in base alla legislazione vigente; le pubblicazioni più antiche e di pregio sono escluse dal prestito e disponibili per la sola consultazione in sede); catalogo SBN

 

Titolare Comune di Imola con il sostegno di Fondazione Baroncini 

 

Storia della biblioteca La Nuova scuola di musica Vassura Baroncini nasce nel 2012 dall' unificazione - su progetto del Comune di Imola - delle due “storiche” scuole di musica della città, la Scuola di educazione musicale comunale “Vassura Baroncini” e il Centro musicale giovanile “Cà Vaina”, due istituzioni che hanno svolto un ruolo di primo piano nella formazione musicale a Imola. La "Scuola di musica e canto" nata nel 1925 intitolata all’imolese Pietro Baroncini, che aveva donato al Comune di Imola il suo patrimonio per incoraggiare l'educazione musicale, rimase attiva fino al 1955. Dopo un periodo di inattività, nel 1968, Anita Serantoni, nipote di Don Antonio Vassura, compositore, maestro di Cappella del Duomo di Imola e insegnante della scuola "Pietro Baroncini", lasciò al Comune di Imola, per volontà dello zio, la villa di Viale Carducci per farne la sede della scuola, che fu riaperta nel 1979 con il nome “Vassura-Baroncini” e gestita direttamente dal Comune con il sostegno della Fondazione Baroncini. Il centro musicale giovanile “Cà Vaina” nasce nel 1993 in un’antica casa colonica ristrutturata nelle prossimità del centro storico per iniziativa del Comune di Imola e in collaborazione con alcune realtà musicali locali (a gestione esternalizzata): nato come centro giovanile di aggregazione ha fatto della musica uno dei punti di forza delle attività rivolte ai giovani, dotandosi di sale prova, di uno studio di registrazione, di uno spazio ‘live’, e proponendo corsi di musica pop, rock, jazz, folk, frequentati e apprezzati. Alla nascita della nuova scuola di musica s’è accompagnata la disponibilità di una nuova grande sede, all’interno dell’antico complesso dell’Annunziata resa possibile dalle Istituzioni Riunite di Imola. In occasione dell’apertura della Nuova Scuola di musica si è provveduto al riordino e alla catalogazione all’interno del Polo UBO/SBN del materiale in uso per l’attività didattica che si è venuto a costituire dal 1979 fino ad oggi creando la biblioteca della Nuova Scuola comunale di Musica.