Biblioteca Museo Civico del Risorgimento

via de' Musei, 8 - 40124 Bologna
tel 051 225583 - fax 051 225583
 
 
 
 
 
Tipologia
 
 
Servizi
Polo UBO-SBN
 
 

Accesso: libero

 

Apertura

 

Patrimonio 60.000 volumi e opuscoli, 150 periodici in corso, alcune migliaia di immagini digitali organizzate in archivi iconografici, 100 carte geografiche, alcune migliaia di fotografie, circa 10000 cartoline, alcune migliaia di manifesti, circa 5000 stampe, oltre 1500 tesi di laurea
Sezioni e fondi speciali Oltre 80 fondi archivistici, comprendenti anche carteggi
Servizi al pubblico Prestito, consultazione, catalogo ed opac, cataloghi speciali, reference, reference online, prestito interbibliotecario,
document delivery, riproduzioni (fotocopie, scansioni, microfilmature, ecc.), attrezzature audio-video
Spazi Sala lettura (8 posti), sala polivalente presso il Museo (78 mq)
Attività Mostre, presentazioni di libri, incontri con l'autore, convegni e attività con le scuole, laboratorio ragazzi, corsi aggiornamento, visite guidate adulti, visite guidate scuole, pubblicazioni (rivista annuale di studi storici "Bollettino del Museo del Risorgimento"), manifestazioni di piazza (Gran Ballo dell'Unità d'Italia)

 

Storia della biblioteca Le numerose donazioni grazie alle quali nel 1893 fu costituito il Museo del Risorgimento con sede in piazza Carducci, comprendevano, oltre ai cimeli, anche libri e documenti in tale quantità da richiedere, nel 1904, l'istituzione di una biblioteca. Nel 1915 viene avviata la raccolta di materiale relativo al conflitto; anche durante il fascismo vennero raccolti materiali documentari dell'impresa fiumana, delle guerre coloniali, della guerra di Spagna, fino alla seconda Guerra mondiale; quando nel 1954 l'istituto venne denominato "Museo civico del primo e secondo Risorgimento" alla biblioteca giunsero libri e documenti relativi alla Resistenza. Queste modifiche di indirizzo hanno integrato, ma non mutato sostanzialmente, la fisionomia originaria delle raccolte, che comprendono per lo più materiale bibliografico e documentario contemporaneo agli avvenimenti trattati o risalente ai primi decenni del XX secolo, con particolare attenzione agli avvenimenti ed ai protagonisti locali.

 

 

Storia dell’edificio Il primo impianto di Palazzo Galvani, detto anche Palazzo dei Musei, antico Ospedale della confraternita della Morte,
che costeggia Piazza Maggiore e la chiesa di San Petronio, risale al XV secolo, seguirono modifiche e ristrutturazioni fino al 1881, quando
venne aperto al pubblico come sede del Museo civico

Altri istituti/enti ospitati nell’edificio Museo civico Archeologico

Bibliografia essenziale
P. MITA, L’archivio del Museo del Risorgimento: le accessioni 1958–1986, in “Bollettino del Museo del Risorgimento”, XXXIV (1989), pp. 51–84
O. SANGIORGI, L’inventario dei fondi d’archivio riordinati nel triennio 1987–1989, in “Bollettino del Museo del Risorgimento”, XXXIV (1989), pp. 85–118
O. SANGIORGI, Inventario dei fondi d’Archivio riordinati nel 1990–1992, in “Bollettino del Museo del Risorgimento”, XXXVII (1992), pp. 109–134