Biblioteca Istituto Ortopedico Rizzoli IOR| SSR-IRCCS

via Pupilli, 1 - 40136 Bologna
 
 
 
 
 
Tipologia
 
 
 
 

Titolare IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli

Storia della biblioteca e dell'edificio: Fondata nel 1900, la Biblioteca, intitolata al Re Umberto I, sorge nelle aule cinquecentesche, già sede della "libreria" dei Monaci Olivetani nel convento di S. Michele in Bosco. Il monastero (XIV secolo), seguendo le alterne vicende della storia cittadina, fu più volte distrutto e ricostruito, fino a quando nel 1500 i monaci olivetani vollero che il convento, oltre che luogo di preghiera fosse anche ospitale per Principi e Papi che transitavano nella regione. I religiosi provvidero ad abbellirlo chiamando grandi artisti quali Vasari, i Carracci, Guido Reni, Canuti per affrescare i luoghi più importanti del monastero, dal refettorio alla biblioteca, dalla chiesa ai chiostri. Nel 1797, con l’avvento di Napoleone la biblioteca del convento subì gravi danni: le antiche scaffalature secentesche furono distrutte mentre i preziosi codici miniati, gli incunaboli e i manoscritti furono dispersi; della biblioteca del monastero rimane oggi solo il maestoso mappamondo terminato in quelle sale nel 1762 dal monaco Padre Rosini da Lendinara. Con la soppressione degli ordini ecclesiastici, i monaci dovettero abbandonare il convento e l’edificio cambiò negli anni successivi più volte uso, da prigione a villa legatizia a villa reale.

Nel 1880 il prof. Francesco Rizzoli affidò con lascito testamentario le sue sostanze alla Provincia di Bologna - di cui era Consigliere - affinchè acquistasse dal demanio dello Stato  il monastero con l’intento di trasformarlo in uno "stabilimento ortopedico provinciale", poi inaugurato dai reali d'Italia nel 1896. La biblioteca riacquistò l'antico splendore solo nel 1922, quando l'allora Direttore dell'Istituto Ortopedico, Vittorio Putti, fece restaurare i locali e li destinò ad accogliere il patrimonio librario. Tale patrimonio, costituito nel 1900 grazie ad una donazione della Provincia di Bologna per onorare la memoria del Re Umberto I, rappresenta una delle più complete e rare collezioni librarie esistenti in campo ortopedico. La biblioteca Umberto I e la “Donazione Putti” (studio e biblioteca privata del prof. Putti -donati all’Istituto alla sua morte- che contiene una collezione di libri antichi, ritratti di medici del passato, medaglie, strumenti chirurgici antichi) costituiscono le Biblioteche Scientifiche dell’Istituto Rizzoli