Biblioteca Archivio Casa Carducci

piazza Carducci, 5 - 40125 Bologna
tel 051 347592 - fax 051 4292820
 
 
 
 
 
Tipologia
 
 
Servizi
Polo UBO-SBN
 
 

Accesso libero

 

Apertura

 

Ambito tematico Umanistico (letteratura italiana secc. XIV-XX, letterature straniere, letteratura latina, filologia italiana e romanza, storia, storia delle istituzioni culturali italiane dell’Ottocento, storia del libro, archeologia, storia dell’arte)
Patrimonio 60.000 volumi e opuscoli, 100 periodici, 20.100 libri antichi (fino al 1830), 42.000 manoscritti, incunaboli, cinquecentine 100 audiovisivi e risorse elettroniche (vhs, dvd, cd, cd-rom, dischi, audiocassette, nastri), 2.500 documenti digitali, 3.500 altri non-books materials (carte geografiche, mappe, fotografie, cartoline, diapositive,

manifesti, musica a stampa), 300 tesi di laurea 

Sezioni e fondi speciali Fondi librari: "Biblioteca F. Flora" (15.000); "Biblioteca R. Spongano" (7.000); fondi archivistici: archivio "R. Spongano", fondo epistolare "T. Barbieri", fondo "M. Ramous" 

Servizi al pubblico Consultazione, cataloghi speciali, reference, reference on-line a cura degli operatori della biblioteca, document delivery, suggerimenti d’acquisto, riproduzioni (fotocopie, scansioni, microfilmatura, ecc.)
Spazi Sala lettura (8 posti), sala conferenze (50 posti)
Attività Mostre, presentazione di libri, incontri con l’autore, attività con le scuole, laboratorio ragazzi, visite guidate adulti, visite guidate scuole

 

Titolare Comune di Bologna

Storia della bibliotecaNell’arco della sua densa attività culturale Giosue Carducci raccolse una cospicua biblioteca che documenta il meglio della produzione editoriale in ambito letterario dal XVI al XIX secolo. Non minore cura egli dedicò all’organizzazione del proprio archivio dove, insieme alla ricca opera in verso e in prosa, conservò tutte le testimonianze utili a documentare a sé e a tramandare ai posteri la sua multiforme attività. Nel 1902 la  regina Margherita di Savoia, con l’intento generoso di sostenere finanziariamente il poeta e interpretandone il desiderio che gli “antichi compagni de’ miei sogni e de’ miei pensieri” non andassero dispersi dopo la sua morte, acquistava per lire 40.000 la biblioteca-archivio, allo scopo di farne dono nel 1907, insieme alla casa (acquistata nel 1906) al Comune di Bologna, il quale si impegnava a custodire “perpetuamente” libri e carte del poetaprofessore. Allestiti cataloghi ed inventari, dal 1921 il suo patrimonio è accessibile al pubblico. Il nucleo originale, conforme le finalità dell’istituto, si è arricchito e si arricchisce di materiali carducciani e di interesse carducciano (libri, manoscritti, autografi, ritagli da periodici, reperti iconografici). In armonia con l’obiettivo, definito nel 1996 (quando Casa Carducci venne riaperta dopo dieci anni di chiusura per restauri), di documentare la vicenda letteraria italiana otto-novecentesca attraverso librerie e archivi legati a protagonisti della vita culturale nazionale, attivi anche a

Bologna fra Alma Mater e altre istituzioni, Casa Carducci ha acquisito e acquisisce nuove raccolte 

Storia dell’edificioSituato nello spalto dell’antica cinta muraria fra la porta Maggiore e la porta di Santo Stefano, l’edificio di Casa Carducci ha una storia di cinque secoli. La sua costruzione risale infatti al primo decennio del XVI secolo, quando dalle mura interne furono ricavati una chiesa e prima un oratorio per la confraternita di S. Maria della Pietà detta del Piombo costituitasi in onore di un’immagine della Pietà incisa su una lastra di piombo rinvenuta sul luogo nel 1502. La chiesa e l’oratorio subirono nel corso degli anni varie trasformazioni. Nel XVII secolo la costruzione si arricchì di una sacrestia e di un’abitazione per il guardiano, nonché di un portico successivamente ampliato. Il complesso sopravvisse fino al 1798; in seguito alla soppressione della confraternita, con le espropriazioni napoleoniche, fu venduto a privati che ne avviarono la trasformazione in civili abitazioni. Nel 1801 l’edificio assunse la sua definitiva volumetria 

Altri istituti/enti ospitati nell’edificio Museo civico del Risorgimento

 

Bibliografia essenziale
A. SORBELLI, La biblioteca, la casa e i manoscritti di Giosuè Carducci, in Catalogo dei manoscritti di Giosuè Carducci, a cura di A. Sorbelli, I, Bologna, Comune di Bologna, 1921
T. BARBIERI, Catalogo dei manoscritti di Giosue Carducci: nuova appendice, Bologna, Azzoguidi, 1963
Invito alla Biblioteca e Casa Carducci, Bologna, Lions Club Bologna Carducci, 1996
S. SANTUCCI, La «casa-biblioteca» di Giosue Carducci, in “I quaderni di cultura del Galvani”, a. 4, n. 1, 1997–1998
S. SANTUCCI, Casa Carducci, in Carducci e i miti della bellezza, c/s a cura di M. A. Mazzocchi e S. Santucci, Bologna, Bononia University Press, 2007 (catalogo dell’omonima mostra, in occasione del I° centenario della morte di Giosue Carducci)
S. SANTUCCI, La terza appendice al Catalogo dei manoscritti di Giosue Carducci. Inventario analitico
della serie Lettere a diversi, 2, in Bologna ricorda Carducci, Bologna comitato nazionale per
il centenario della morte di Giosue Carducci, 2009