salta ai contenuti

trasporti

 

Autotrasporto di merci in conto proprio

Autotrasporto di merci in conto proprio

 

Il trasporto eseguito da persone fisiche ovvero giuridiche, enti privati o pubblici, per esigenze proprie è subordinato al rilascio di licenza in conto proprio da parte della Città metropolitana per ciascun veicolo di massa complessiva a pieno carico superiore a 6.000 Kg in disponibilità dell'Impresa, ai sensi dell'art. 32 della L. 6 giugno 1974 n. 298.

 

La Città metropolitana di Bologna è competente per il rilascio di licenze alle Imprese aventi sede nel territorio provinciale.

 

Chi intende ottenere una licenza per il trasporto di cose in conto proprio, in quanto titolare o legale rappresentante dell'impresa, presenta alla Città metropolitana apposita domanda corredata dalla documentazione prescritta dalla normativa. Le condizioni occorrenti per qualificare l'attività svolta in conto proprio sono fissate dall'art. 31 della L.298/1974, in particolare il trasporto deve costituire un'attività complementare o accessoria a quella principale esercitata e deve avvenire con mezzi in disponibilità dell'impresa in base alla normativa vigente.

 

Le domande possono essere presentate anche prima dell'acquisto del veicolo, nel rispetto delle disposizioni e degli adempimenti prescritti dal Codice della Strada e dal medesimo sanzionati, in relazione ai quali l'Ufficio preposto può esperire specifici controlli e di segnalare le eventuali irregolarità rilevate alle autorità preposte.

 

Se la richiesta riguarda un mezzo superiore ai 3.000 Kg di portata utile, la domanda viene sottoposta per l'acquisizione del parere obbligatorio e non vicolante alla Commissione Consultiva per il conto proprio, incardinata presso la Città metropolitana che la presiede e costituita da rappresentanti della Camera di Commercio di Bologna, delle associazioni di categorie rappresentative del Settore e della Prefettura di Bologna. Attualmente continua ad operare la Commissione già in carica al momento del trasferimento delle funzioni ad opera dell'art. 105 del Dlgs. 112/98. In tali casi la domanda deve essere corredata dalla documentazione necessaria a dimostrare che le esigenze del richiedente o l'attività economica da esso svolta giustificano l'impiego del veicolo o dei veicoli del tipo e della portata indicati.

 

 

In particolare il parere della citata Commissione concerne l'effettiva esistenza delle esigenze esposte nella domanda e l'adeguatezza del mezzo o dei mezzi di trasporto indicati rispetto alle esigenze stesse. Quando il richiedente sia un imprenditore, il parere ha specificamente riguardo alla natura e all'entità dell'attività principale di cui il trasporto deve essere attività accessoria o complementare. 

L'attività deve essere esercitata con riferimento ai contenuti del D.P.R. 16.9.1977 n. 783. Si precisa che la L. 298/74 non si applica agli autoveicoli di massa complessiva a pieno carico fino a 6 Tonnellate (corrispodenti a 6000 Kg) ex art. 83 del Nuovo Codice della strada.

 

L'Ufficio svolge una fase istruttoria in cui viene esaminata e valutata la documentazione inviata; il procedimento può essere sospeso se dall'esame della documentazione risultasse necessaria un'integrazione, anche con riferimento ad esigenze istruttorie espresse dalla Commissione. Se l'esito dell'istruttoria è positivo l'ufficio rilascia la licenza entro i tempi procedimentali previsti.

Chi è già titolare di licenza in conto proprio, presenta istanza alla Città metropolitana per il rilascio di nuova licenza nelle ipotesi di variazioni relative al trasferimento della sede legale, al mezzo, alla scadenza della provvisorietà della licenza stessa e ad altre circostanze, intervenute in corso di attività. Con particolare riferimento al veicolo utilizzato, l'Impresa dovrà presentare la richiesta di nuova licenza per le seguenti variazioni:

 

  • sostituzione del veicolo;

  • variazione di portata utile del veicolo;

  • acquisto di ulteriore veicolo da adibire al conto proprio;

  • perdita/deterioramento della targa del veicolo o dei documenti di circolazione, nonché della relativa licenza in conto proprio.

 

La Città metropolitana provvede al rilascio dei provvedimenti necessari entro 45 giorni. Nel caso di rilascio di licenza per un veicolo di portata utile fino a 3000 Kg e di sostituzione di licenza provvisoria per fine contratto di leasing il termine è di 30 giorni.

 

Nell' ipotesi di variazione societaria rilevante, che comporti la nascita di un nuovo soggetto con codice fiscale differente, l'Ufficio provvede alla cancellazione dall'elenco dell'impresa già titolare e all'attribuzione di un nuovo numero di iscrizione nell'elenco degli autotrasportatori di cose in conto proprio per la nuova impresa.

 

Per le variazioni societarie che non comportino la nascita di un nuovo soggetto giuridico occorre che le Imprese già titolari di licenza ne chiedano la sostituzione.  Se il veicolo o i veicoli hanno portata utile superiore a Kg. 3000,  va presentata comunque la documentazione economica atta a dimostrare l'attività e le esigenze di trasporto.

 

 

La domanda di licenza per l'autotrasporto di cose in conto proprio viene sottoposta per parere alla Commissione Consultiva per il conto proprio nei seguenti casi:

 

  • impresa non titolare;

  • trasformazione societaria che comporta una nuova autorizzazione;

  • istanza presentata da impresa già titolare di licenza solo per veicoli fino ai 3000 Kg per un veicolo di portata superiore;

  • ogni qualvolta l'Ufficio ritenga opportuno acquisire il parere della Commissione.

 

La Commissione consultiva - nell'esaminare le istanze sottoposte al relativo parere – può chiedere integrazioni documentali all'impresa richiedente ai sensi dell'art. 34 comma 1 della L. 298/74.

 

Nell'ipotesi di perdita dei requisiti (indicati dall'art. 32 della L. 298/1974), previsti per il rilascio della licenza in conto proprio, l'Ufficio procede alla revoca della licenza d'ufficio, ai sensi dell'art. 36 della normativa citata.

 
 
 
Contatti

Unità operativa Amministrativa trasporti

 

Responsabile: Natalia Negrini  

Sede: Via Benedetto XIV n. 3 - 40125 Bologna  

Telefono: 051 6598248 - 051 6598172 - 051 6598177

Fax: 051 6598890  

E-mail: ufficioamministrativo.trasporti@cittametropolitana.bo.it  

 

Orario di apertura al pubblico: martedì dalle 9.00 alle 12.00

 

Orario di ricevimento telefonico:  lunedì e giovedì dalle 9.00 alle 11.00  tel. 051 6598248 - 8172 - 8514 - 8191 - 8173 - 8390 - 8373 

 

Città metropolitana di Bologna Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 6598211 - P.I. 03026170377
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 
torna ai contenuti torna all'inizio