Trasporto scolastico e interventi per allievi disabili

In materia di diritto allo studio l'Amministrazione provinciale persegue la finalita' di rendere effettivo il diritto di ogni persona ad accedere a tutti gradi del sistema scolastico e formativo, così come disposto dalla legge regionale n. 26/2001.
Questa normativa disciplina in particolare degli interventi volti a facilitare l'accesso e la frequenza alle attività scolastiche e formative e riguardano in specifico i servizi di trasporto scolastico ed i servizi connessi all'integrazione scolastica degli alunni disabili per l'aquisto di sussidi, attrezzature e mezzi. In relazione all'utenza disabile la legge regionale n.12/2003 interviene per sostenere progettualità che oltre a ricomprendere le iniziative di qualificazione scolastica prevedono l'erogazione di contributi per interventi di supporto individuale per l'handicap, a carico dei Comuni e delle loro Istituzioni.

TRASPORTO SCOLASTICO

Vengono erogati contributi ai Comuni e alle loro Istituzioni a sostegno della spesa sostenuta per il servizio di trasporto scolastico collettivo a favore degli allievi della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado. I criteri di assegnazione delle risorse tengono conto dell'incidenza della spesa del servizio sulla spesa complessiva degli Enti e della densità demografica del rispettivo territorio.

ACQUISTO DI SUSSIDI, ATTREZZATURE E MEZZI

Si prevede l'erogazione ai Comuni e alle loro Istituzioni di contributi a sostegno delle spese effettuate per acquisti di sussidi didattici e attrezzature e mezzi di trasporto rivolti agli allievi disabili .

INTERVENTI DI SUPPORTO INDIVIDUALE PER L'HANDICAP
Vengono erogati ai Comuni e alle loro Istituzioni contributi per supportare le spese relative al personale educativo e assistenziale impiegato a sostegno degli allievi disabili. I criteri di assegnazione delle risorse tengono conto dell'incidenza della spesa del servizio sulla spesa complessiva degli Enti e della durata media della prestazione.