salta ai contenuti

Progetti d'impresa

 

Bando Incredibol! 2017 per le imprese culturali e creative dell’Emilia-Romagna

 
IncrediBol! 6 edizione
IncrediBol! 6 edizione

Il Comune di Bologna promuove il progetto Incredibol! – l’Innovazione Creativa di Bologna, inserito nell’accordo di programma tra Regione Emilia-Romagna e Comune di Bologna per lo sviluppo di azioni per il rafforzamento delle professioni e industrie culturali e creative in Emilia-Romagna.

 

Anche quest'anno ci sarà la sezione "Antonio Barresi - Città metropolitana di Bologna": saranno infatti assegnate due menzioni speciali “Antonio Barresi” da 3.000 € ciascuna, istituite dalla Città metropolitana di Bologna in ricordo del responsabile di ‘Progetti d’impresa’, che ha creduto nel progetto Incredibol! fin dalla sua nascita.

I finanziamenti sono riservati ai soggetti meglio classificati in graduatoria, limitatamente a imprese o liberi professionisti con sede legale o operativa nell’area metropolitana, che si occupino di progetti in ambito turistico capaci di contribuire all’innovazione sociale del territorio metropolitano, valorizzando quest’ultimo e le sue capacità artistiche, culturali, ambientali ed enogastronomiche, sostenibili dal punto di vista economico, o di diffondere su dimensioni internazionali i fattori distintivi del ‘sistema Bologna’, incentrati su cultura materiale, per le produzioni in ambito culturale e creativo, con particolare riferimento ai settori della moda, del design e dell’high tech.

 

I passati vincitori del premio Barresi hanno così ricordato la loro esperienza: 
"Il 2017 è stato per noi un anno all’insegna delle sfide! - ha detto Elena Bettazzoni di SCRIBO - La più grande, senza alcun dubbio, è stata la decisione di costituire una nuova realtà imprenditoriale e fondare la SCRIBO - Scrittura Bolognese. Sebbene ogni sfida porti con sé incertezze, ansie e paura di non riuscire a raggiungere gli obiettivi, la nostra passione, le nostre motivazioni e l’esperienza decennale maturata nel nostro settore ci hanno spinti a continuare a credere nel nostro lavoro e dare continuità a un percorso già precedentemente intrapreso.
Il premio della Città metropolitana, attraverso il riconoscimento della sezione "Antonio Barresi", ha rappresentato moltissimo per noi. Non solo da un punto di vista economico, ma ancor di più per gli aspetti positivi legati al giudizio del nostro progetto. Sapere che i valori rappresentati da questo premio ci vengono in qualche modo trasmessi ci rende orgogliosi, ci responsabilizza e ci spinge a onorare al meglio la memoria del dott. Barresi. Al momento siamo in produzione su diversi fronti: da una parte stiamo lavorando all’uscita del nostro primo prodotto a marchio SCRIBO, una stilografica in edizione limitata dedicata alla storia della letteratura, dall’altra stiamo realizzando un paio di collezioni di strumenti di scrittura a marchio di terzi per il mercato inglese e per il mercato svizzero. Stiamo inoltre organizzando il primo corso di calligrafia e di introduzione all’utilizzo degli strumenti di scrittura stilografici con un esperto calligrafo e storico della scrittura".

Marco Frullanti, vincitore del bando Incredibol e premio Barresi edizione 2016 con il progetto Nativi Digitali ha ricordato: "La sfida più grande, dopo la vittoria del premio Antonio Barresi, è stata quella di gestire per la prima volta un vero e proprio team al lavoro su un progetto complesso e ambizioso: delegare mansioni specifiche ai collaboratori e coordinare attività gestite da persone diverse è meno facile di quanto si possa pensare, ma allo stesso tempo molto motivante. A ottobre lanceremo la versione "demo" della Visual Novel su cui siamo al lavoro da circa un anno, promuovendola con specifiche iniziative online e sul territorio, ed entro la fine dell'anno contiamo di distribuire anche la versione in lingua inglese per aprirci al mercato internazionale".

 

Obiettivi del progetto IncrediBol!:
Incredibol! ha lo scopo di sostenere sviluppo di progetti d’impresa in campo artistico, culturale e creativo, favorendo la crescita del settore in un’ottica di sostenibilità economica. I principali destinatari sono i giovani creativi ad inizio attività; in particolare si incentiveranno progetti d’impresa ben definiti, che diano l’idea di sviluppo dell’attività professionale o imprenditoriale attraverso strategia, volume di affari,  investimenti, gli effetti socialmente significativi previsti.

 

Novità di quest’anno:
In questa sesta edizione il bando prevede una sezione tematica dedicata ai progetti d’impresa in ambito musicale, in coerenza con gli obiettivi di Bologna Città Creativa della Musica UNESCO, al fine di rafforazare competenze imprenditoriali e dimensione industriale del settore. Maggiori informazioni sul sito:  www.cittadellamusica.comune.bologna.it.

 

Chi può partecipare:

Neo-imprese: devono essere costituite da non più di 4 anni (rilevabile dalla data d’iscrizione al registro imprese) in cui l’età media dei soci deve essere inferiore ai 40 anni alla data di scadenza dell'avviso stesso;

 

Liberi professionisti che non abbiano ancora compiuto 40 anni e abbiano iniziato l’attività (coincidente con la data di apertura della partita IVA) da non più di 4 anni alla data di scadenza del presente avviso;

 

Studi associati i cui singoli professionisti associati abbiano iniziato l’attività da non più di 4 anni (coincidente con la data di apertura della partita IVA) alla data di scadenza del presente avviso pubblico e i cui componenti devono avere un’età media inferiore ai 40 anni al momento della scadenza del presente avviso;

 

– associazioni: devono essere costituite da meno di 4 anni alla data di scadenza del presente avviso pubblico. Devono inoltre essere dotate di un organo di gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo, composto di norma da Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere) costituito in maggioranza assoluta (50% più uno) da membri di età inferiore ai 40 anni, oppure le cui cariche principali (Presidenza e Vicepresidenza) in seno all’Organo di Gestione (Consiglio di Amministrazione o Consiglio/Comitato Direttivo) devono essere ricoperte da membri di età inferiore ai 40 anni alla data del 31 agosto 2017.

In caso di raggruppamento di una pluralità di soggetti, tutti devono essere in possesso dei requisiti richiesti dal bando.


IMPORTANTE: Tutti i soggetti devono avere sede legale e operativa nel territorio della Regione Emilia-Romagna.

 

Ambiti ammissibili:
Le suddette categorie devono essere attive negli ambiti:
1. Cultura materiale (es. moda, design industriale e artigianato, industria del gusto);
2. Produzione e comunicazione di contenuti (es. software, editoria, TV e Radio, pubblicità, cinema);
3. Patrimonio storico-artistico (es. patrimonio culturale, musica e spettacolo, architettura, arte contemporanea).

 

Criteri di valutazione:
I progetti saranno valutati sulla base dei seguenti criteri:
a . Qualità del progetto presentato in relazione a potenzialità di sviluppo, professionalità e appartenenza al settore artistico, culturale e creativo (max 25 punti);
b. Composizione del team di progetto (max 10 punti);
c. Fattibilità tecnica e sostenibilità economica (max 25 punti);
d.  Ricadute economiche e/o sociali del progetto sul territorio e/o coerenza con le vocazioni territoriali (distretti produttivi, strategie di sviluppo regionale, caratteristiche socio-culturali) (max 10 punti);
e.  Grado di innovatività del progetto rispetto al contenuto creativo e/o all’interesse sociale (max 20 punti);
f . Accuratezza, qualità e chiarezza della presentazione del progetto (max 10 punti);

 

L’idoneità è fissata in 60/100 punti. In caso di parità di punteggio si darà priorità ai soggetti con età media dei componenti più bassa.

 

Opportunità per i vincitori:

Il bando offre contributi in denaro per avviare o consolidare la propria attività, ma anche servizi di formazione, consulenza e promozione, oltre al vantaggio di entrare a far parte di una ‘community’ composta dai vincitori delle precedenti edizioni e dai partner di progetto, in continuo aumento. I vincitori avranno l’opportunità di partecipare a bandi per l’assegnazione di spazi in comodato gratuito.

 

Attraverso il presente avviso pubblico saranno assegnati contributi a fondo perduto per un totale di 126.000 euro, di cui 30.000,00 euro dedicati esclusivamente al settore musicale, suddivisi così:

 

1) Settore ICC
Imprese, Liberi Professionisti, Studi Associati : 8 contributi da 10.000 euro;
Associazioni: 2 contributi di 5.000 euro ciascuno;

 

2) Settore musicale
Imprese, Liberi Professionisti, Studi Associati : 1 contributo di 10.000 euro e 1 contributo di 7.000 euro
Associazioni: 2 contributi di 5.000 euro ciascuno

 

3) Contributi speciali
Fondazione Del Monte di Bologna e Ravenna: 1 contributo speciale di 3.000 per le associazioni del settore musicale con sede legale nell’ambito territoriale della Città Metropolitana di Bologna e della Provincia di Ravenna.


Per il premio Antonio Barresi Città Metropolitana di Bologna sono previsti due contributi di euro 3.000 cadauno, riservati alle imprese, ai liberi professionisti o agli studi associati con sede legale o operativa nella città metropolitana di Bologna I contributi speciali sono oggetto di valutazioni specifiche e possono essere eventualmente cumulabili con gli altri.

 

Modalità di presentazione delle domande
Ogni partecipante dovrà compilare in ogni sua parte uno dei moduli di partecipazione (Modulo A, B o C, secondo la propria tipologia di appartenenza) e il Prospetto economico, allegando la
documentazione indicata nel modulo stesso. Il modulo, i singoli cv e il prospetto economico devono essere firmati in originale e scansionati per l’invio, oppure siglati con firma digitale, a pena di inammissibilità. Le domande devono pervenire tassativamente entro le ore 13.00 del 30 ottobre 2017, in formato elettronico, con oggetto “Avviso pubblico INCREDIBOL 2017”, al seguente indirizzo: protocollogenerale@pec.comune.bologna.it
Si avvisa che farà fede l’orario di arrivo della domanda di partecipazione registrato dalla PEC del Comune di Bologna. Per agevolare l’estrazione dei dati, si richiede anche l’invio di una copia del modulo in formato pdf (non scansionato).

 

Nota bene:
– le domande possono essere inviate anche da indirizzi di posta elettronica non certificata;
– le domande non possono essere inviate tramite programmi, servizi o applicazioni per l’invio di documenti che rinviano a link esterni (es: Wetransfer, Dropbox, Google Drive ecc..).

 

Obblighi dei vincitori
I beneficiari di contributi saranno tenuti a presentare una rendicontazione finale e un report delle attività svolte entro e non oltre 31 gennaio 2019.

 

Per informazioni scrivere a  incredibol@comune.bologna.it  tel. 051/2195667 , 051/2194056 oppure 051/2194638 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00
Vi è inoltre la possibilità di fissare un appuntamento con lo staff di Incredibol il martedì e il mercoledì dalle 09.00 alle 13.00 (si prega di richiedere l’appuntamento scrivendo a incredibol@comune.bologna.it)

 

I vincitori di Incredibol! avranno a disposizione immobili del patrimonio comunale in comodato gratuito. Negli anni, INCREDIBOL! ha assegnato più di 30 spazi ai vincitori, per un totale di quasi 5.000 mq. 

Incredibol! infatti attua un uso strategico del patrimonio comunale, favorendo l'insediamento dei creativi con il duplice intento di aiutare lo sviluppo del settore e di contribuire alla riqualificazione della città: esempi dal passato sono l'insediamento dei vincitori INCREDIBOL! MakeinBo con il FabLab in Piazza dei Colori, Orchestra Senzaspine al Mercato San Donato, Salvaiciclisti alla Velostazione e Kilowatt alle Serre dei Giardini Margherita.


Quest'anno i vincitori del bando per progetti d'impresa avranno a disposizione, attraverso un incrocio con le loro esigenze che verrà realizzato in seguito una rosa di 12 immobili, ma la cifra potrebbe crescere di varia tipologia come sede della propria attività, con un contratto di comodato gratuito.

 
Data ultimo aggiornamento: 21-09-2017

Città metropolitana di Bologna

Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8211 - Codice fiscale/Partita IVA 03428581205
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 

 
torna ai contenuti torna all'inizio