Stati generali del trasporto pubblico per la mobilità quotidiana

Lunedì 11 dicembre a Bologna il convegno sulla situazione nazionale con il ministro Delrio

Invito
 

Lunedì 11 dicembre a Bologna (Cappella Farnese di palazzo d'Accursio, piazza Maggiore 6 a partire dalle 15) si terranno gli "Stati generali del trasporto pubblico per la mobilità quotidiana". La giornata di confronto è dedicata a presentare e discutere le misure promosse dal Ministero per favorirne l’utilizzo da parte dei protagonisti, siano essi amministratori pubblici, imprese, associazioni e cittadini, e per chiarire le modalità attuative e i nodi ancora da affrontare. Partecipano, tra gli altri, il Ministro Graziano Delrio, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e il sindaco metropolitano Virginio Merola e il presidente nazionale di Anci Antonio Decaro.
Con "Connettere l’Italia", il nuovo piano strategico per la mobilità del Paese, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha promosso una linea di intervento per creare un sistema di trasporti integrato, sicuro e sostenibile, volto a migliorare la mobilità, con particolare riferimento alle aree urbane a elevata congestione e inquinamento.
Nuovi significativi investimenti e un nuovo sistema di regole permetteranno, fin da subito, di migliorare la mobilità dei cittadini e delle merci nelle città, perseguendo diversi obiettivi: ridurre il traffico, l’inquinamento nelle città e le spese per le famiglie; aumentare la possibilità per tutti di spostarsi a piedi e in bicicletta; far crescere l’efficienza delle aziende e ridurre i costi attraverso una logistica più avanzata; liberare spazio per vivere le città e migliorare la qualità della vita negli spazi pubblici; attivare una filiera industriale di innovazione e produzione dei mezzi di trasporto.

Invertendo una tendenza che dura da anni, grazie ai fondi messi a disposizione, si sostituirà oltre la metà del parco mezzi italiano, oggi tra i più vecchi d'Europa. Con i 10 miliardi stanziati, 6,8 miliardi del governo e 3,2 delle regioni, si acquisteranno 5mila nuovi bus entro il 2019 e fino a 30mila nell'arco di piano e 100 nuovi treni entro il 2019 e altri 150 entro il 2022, a cui si aggiungeranno i 500 treni comprati da Trenitalia. Sono anche disponibili 300 milioni per l'acquisto di nuovi traghetti, aliscafi e vaporetti e 700 milioni per la sicurezza ferroviaria delle reti regionali.
Inoltre, la Legge di bilancio contiene un'importante novità: a partire dal 2018 si potrà detrarre l’abbonamento per i mezzi pubblici dalle tasse, nella misura del 19% fino a un massimo di spese sostenute pari a 250 euro l'anno. Una novità assoluta per il nostro paese è l'introduzione del buono trasporto per l'acquisto degli abbonamenti per il trasporto urbano, interurbano e interregionale, da parte delle imprese come accade per il buono pasto: infatti gli interventi di welfare aziendale per tali finalità a favore dei lavoratori non saranno sottoposti alla tassazione del lavoro dipendente, senza limiti di importo.
Sono anche stati sviluppati programmi specifici per le Città metropolitane, per costruire un sistema integrato di trasporto rapido di massa che connetta treni regionali e locali, metropolitane, tram e autobus. Gli investimenti stanziati serviranno ad aumentare la dotazione di metropolitane e tramvie per alcune città - tra cui Torino, Milano, Firenze, Roma, Napoli Catania e Palermo - oppure per rendere più moderne le tecnologie delle linee esistenti, acquistare nuovi treni metropolitani e tram e costruire nuove stazioni. Ad oggi sono già stati distribuiti 6,2 miliardi, mentre altri 3,5 miliardi saranno stanziati nel prossimo fondo investimenti.

Per favorire la mobilità ciclabile, è stato dato il via al sistema nazionale delle ciclovie turistiche, entrate a pieno titolo nella pianificazione delle infrastrutture prioritarie del Paese. Sono previsti finanziamenti per 374 milioni di euro: serviranno per realizzare 5mila chilometri entro il 2024 e altri 20mila entro il 2030.

I lavori saranno organizzati in tre sessioni e inizieranno alle 15 con la proiezioni del video “CONNETTERE L’ITALIA: IL TRASPORTO PUBBLICO PER LA MOBILITÀ QUOTIDIANA”

Prima sessione I BISOGNI DI UNA NUOVA MOBILITÀ SOSTENIBILE
> Virginio MEROLA | Sindaco della Città di Bologna e della Città metropolitana di Bologna
> Antonio DECARO | Sindaco della Città di Bari e Presidente Associazione Nazionale Comuni Italiani
> Stefano BONACCINI | Presidente della Regione Emilia Romagna e Presidente della Conferenza delle Regioni

Seconda sessione LE AZIONI E LE PROSPETTIVE
> Ennio CASCETTA | Amministratore Unico di RAM S.p.a. e Università di Napoli Federico II “Connettere l’Italia, una nuova stagione della mobilità urbana sostenibile”
> Stefano ZUNARELLI | Esperto della Struttura tecnica di missione del MIT e Università di Bologna  “Le nuove regole per l'affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale”
> Andrea BOITANI | esperto della Struttura tecnica di missione del MIT e Università Cattolica di Milano “Le nuove regole di riparto delle risorse statali tra le regioni e i costi standard”
> Giuseppe CATALANO | Coordinatore della Struttura tecnica di missione del MIT e Università Sapienza di Roma “Nuovi autobus, treni e navi e l'incentivazione del TPL per i cittadini”

Terza sessione LA MOBILITÀ URBANA PER LA CRESCITA DEL PAESE
> Andrea BIANCHI | Direttore area politiche industriali Confindustria
> Vincenzo COLLA | Segretario confederale CGIL
> Mons. Matteo Maria ZUPPI | Arcivescovo di Bologna

Concluderà la giornata il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano DELRIO

 
 
 

A cura di Ufficio stampa

Data ultimo aggiornamento: 07-12-2017