Casalecchio: spazio alla musica nella nuova stagione del Teatro Laura Betti

Tanta attenzione anche alle tematiche di genere

Spettacolo: Da dove guardi il mondo?
 

Una particolare attenzione verso gli spettacoli musicali caratterizza il cartellone del Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno. Sulla scia delle precedenti stagioni, ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna propone una selezione di titoli tra prosa, musica, danza e nuovo circo che mirano ad allargare sempre più il bacino di pubblico e che mescolano linguaggi e generi. Si va dal pop di Daniele Sepe al jazz di Fabrizio Bosso, la classica dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna, i suoni latino americani di Javier Girotto e Natalio Mangalavite, senza dimenticare le operette e l’appuntamento di Capodanno, celebrato, quest’anno, dall’orchestra swing di Franz Campi.
Molto importante la presenza di spettacoli declinati al femminile: da Laura Betti, che rivive nuovamente sul palco di Casalecchio per chiudere il triennio a lei dedicato, a grandi donne di teatro come Michela Cescon ed Emma Dante, fino alla presenza di Michela Murgia nei panni di Grazia Deledda, la Stagione si distingue per una forte attenzione alle tematiche di genere, sottolineate anche dalla continuità data al progetto Teatro Arcobaleno e alla collaborazione con il Festival Gender Bender.
Ed è con il Festival Gender Bender che il teatro riapre le porte al pubblico il 26 ottobre, quando va in scena R.osa_10 esercizi di danza per nuovi virtuosismi di Silvia Gribaudi con Claudia Marsicano, uno spettacolo di grande successo che ribalta, con ironia, la rappresentazione del femminile e delle abilità fisiche.


La Stagione in abbonamento invece inaugura a novembre, durante le celebrazioni per la Festa di San Martino con uno spettacolo destinato in particolare alla cittadinanza casalecchiese: Giro a vuoto – Gli stornelli intellettuali per Laura Betti , con Elena Pau che canta e recita diretta da Marco Parodi con musiche dal vivo suonate da Alessandro Nidi. Lo spettacolo fa rivivere il genio e l’irriverenza della Betti, musa ispiratrice di stornelli che i più grandi autori dell’epoca (tra cui Pasolini, Flaiano, Fo, Moravia) scrissero appositamente per lei agli inizi degli anni ’60, così come le atmosfere di primo novecento di cui si nutrì la Betti sulle sponde del fiume Reno.

Fra i numerosi spettacoli fuori abbonamento il debutto nazionale del Premio Scenario, in collaborazione con l’Associazione Scenario e i Teatri di Vita. Presentati per la prima volta a Bologna, i vincitori del premio mostrano a una platea di operatori, critici e spettatori l’esito dei loro lavori, premiati sulla forma breve di venti minuti. Lo spettacolo vincitore del Premio Scenario Infanzia, adatto a un pubblico dai 6 anni di età Da dove guardi il mondo? con regia, coreografia, e interpretazione di Valentina Del Mas, racconta la storia della bambina Danya che a nove anni non ha ancora imparato a scrivere, mentre I Veryferici di Shebbab Met Project, un gruppo multietnico con base a Bologna, racconta attraverso canzoni, danza e graffiti le vite dei propri componenti, a volte supereroi ma anche supererrori.

Sempre Fuori Abbonamento, Corpo di stato di e con Marco Baliani protagonista di una lettura scenica del famoso spettacolo scritto per la Rai in occasione del ventennale del delitto Moro. A quarant’anni dal ritrovamento del corpo di Moro, nell’ambito della rassegna ‘Politicamente Scorretto’, si celebrerà una sorta di rito laico in piazza, per rinnovare la memoria collettiva di uno degli episodi più importanti della storia del secondo dopoguerra.
Infine i due spettacoli firmati da Corrado Abbati: il musical La Principessa Sissi con le musiche di Alessandro Nidi e la celeberrima La Vedova Allegra di Franz Lehàr.

 

Il programma

Prosa 2017/2018

 

Info: Teatro Comunale Laura Betti
Piazza del Popolo, 1 – Casalecchio di Reno
Uffici. 051.573557
Mail. info@teatrocasalecchio.it
www.teatrocasalecchio.it

 

 
 

A cura di Ufficio stampa

Data ultimo aggiornamento: 28-09-2017