Scuole superiori: quasi 7 milioni di euro per interventi in vista del nuovo anno scolastico

La Città metropolitana ha effettuato lavori in diverse scuole per consentire ai 38.569 studenti di avere aule e banchi pronti per il 15 settembre

Aula scolastica - Archivio Città metropolitana di Bologna
 

Come previsto nel Piano annuale di utilizzo degli edifici scolastici per gli Istituti secondari di secondo grado – anno 2017/2018, la Città metropolitana durante l'estate ha realizzato una serie di interventi per dare una risposta sistematica alla necessità di spazi emersa dalle iscrizioni dei ragazzi alle scuole superiori.

Su trentuno istituzioni scolastiche metropolitane le situazioni su cui si è concentrato maggiormente il lavoro estivo, riguardano i licei di Bologna Sabin e Minghetti, l'IIS Belluzzi-Fioravanti e la succursale dell'Istituto Scappi di Valsamoggia-Crespellano.
Per il Liceo classico Minghetti sono state ricavate 5 aule e un laboratorio con ingresso indipendente da via Saragozza 7, all'interno di uno stabile di proprietà della Città metropolitana. Gli interventi di riqualificazione realizzati hanno reso gli spazi adeguati a ospitare gli studenti, dotando le aule dei necessari presidi di sicurezza e hanno reso autonoma la nuova succursale dall'adiacente istituto Crescenzi-Pacinotti. Importo 170.000 euro.
La soluzione individuata per il Liceo scientifico Sabin prevede 6 nuove aule e un laboratorio di fisica. I nuovi spazi sono stati ricavati rifunzionalizzando locali del liceo e spazi precedentemente utilizzati da Tper per corsi di formazione. Importo 130.000 euro.
All'IIS Belluzzi-Fioravanti sono terminati lavori di riqualificazione energetica e alcuni lavori di adattamento dei locali per aumento delle iscrizioni. L'intervento, che ha riguardato il Blocco B1 (il prossimo anno sarà la volta del C1), ha comportato in particolare la sostituzione completa dell'isolamento delle coperture tramite guaina bituminosa con un più moderno e duraturo rivestimento in alluminio, che richiede una minore spesa manutentiva negli anni a venire e che ha permesso anche di inserire una consistente coibentazione per il contenimento delle spese di riscaldamento. Importo 1.200.000 euro.

Gli studenti dell'alberghiero Scappi di Crespellano inizieranno l'anno scolastico con una cucina professionale scintillante e dotata di tutte le attrezzature necessarie a formare nuovi chef. I nuovi locali sono stati ricavati con interventi di adeguamento nell'edificio che ospitava la scuola elementare. Importo 580.000 euro.

Altre nuove aule sono state ricavate con modesti interventi riorganizzando spazi esistenti all'interno delle scuole Aldrovandi Rubbiani di via Muratori e Succursale Liceo Laura Bassi a Bologna, mentre all'interno degli spazi esistenti dell'Alberghetti di viale Dante a Imola saranno ricavate 5 nuove aule per il Cassiano con relativi servizi igienici. Importo 60.000 euro.

Sono poi numerosi gli interventi di adeguamento prevenzione incendi (Scappi-Alberghiero, istituto Keynes di Castel Maggiore e Serpieri di Bologna), interventi di messa in sicurezza (nuova biblioteca Liceo Galvani, Biblioteca storica del Liceo Arcangeli di via Cartolerie, Liceo Righi e IIS Alberghetti di viale Dante) e lavori di  rifacimento infissi e messa in sicurezza del Liceo Scientifico Rambaldi Valeriani.
In collaborazione diretta con L'istituto Alberghetti di Imola, che ha cofinanziato il progetto, si è conclusa la realizzazione di 7 nuove classi nella sede principale, già avviata nel 2016, con l'apertura delle ultime 4 per l'inizio del nuovo anno scolastico.

Il totale delle spese previste dalla Città metropolitana per interventi di edilizia scolastica per il 2017 è di 6.758.000 euro (di cui 5.858.000 da mutui Bei e 900.000 ancora da finanziare).
Per l'anno scolastico che sta per cominciare sono inoltre stati acquistati 1.900 nuovi banchi e arredi vari per 120.000 euro.

Alcuni numeri:
a.s. 2017/2018:
38.569 studenti
1.673 classi

a.s. 2016/2017:
37.841studenti
1.626 classi

Dai dati sulle iscrizioni alla classe prima risulta confermata la preferenza di iscrizione ai licei, un aumento significativo agli istituti tecnici, in particolare indirizzo meccanico e informatico, e una flessione dei professionali.

“Le iscrizioni per l'anno scolastico 2017/2018 – ha dichiarato il consigliere delegato alla Scuola, Istruzione, Formazione e Edilizia scolastica Daniele Ruscigno - hanno creato diverse criticità legate alla mancanza di spazi disponibili e alla necessità di reindirizzare una parte dei ragazzi ad altri istituti con il medesimo indirizzo di studi. Con questi interventi strutturali abbiamo dato risposta alle esigenze degli studenti per poter avviare il nuovo anno scolastico senza disagi.”

 
 

A cura di Ufficio stampa

Data ultimo aggiornamento: 07-09-2017