salta ai contenuti

Palazzo Malvezzi

 
 
 
 
 
 
 
 

Sala Rossa

Sala Rossa

Il soffitto è dominato dall'affresco allegorico della volta, ispirato alla Danza delle Ore, che rinvia alla destinazione originaria dell'ambiente come sala da ballo. L'ovale centrale contiene una rappresentazione di ispirazione mitologica: figure femminili adagiate su nuvole affiancate da amorini con strumenti musicali.


Ai quattro angoli del soffitto due coppie di stemmi araldici: una della famiglia Malvezzi de' Medici (con cinque palle e gigli medicei e aquila coronata) e l'altra della famiglia Tanari (con tre fasce riempite da un'aquila, un drago e una falce di luna).


La sontuosità della sala è dovuta alle lucenti pareti in finto marmo (grazie alla lavorazione con la scagliola) alle quali si addossano lunghi divani capitonnés e alla profusione di ori nelle grandi specchiere in legno intagliato e nei due imponenti lampadari: tutti arredi originali della metà dell'Ottocento.


Il lungo tavolo centrale e le 15 sedie in legno intagliato e dorato sono stati invece replicati 'in stile' negli anni '30 del '900. La sala viene utilizzata oggi come ambiente di rappresentanza.

 
 
 

Città metropolitana di Bologna

Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8111 - Codice fiscale/Partita IVA 03428581205
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio