salta ai contenuti

lavoro

 

Ammortizzatori sociali e gestione delle crisi aziendali

Il Servizio Politiche attive del Lavoro e Formazione della Città metropolitana di Bologna gestisce la fase amministrativa della procedura di mobilità  ai sensi degli artt. 4 e 24 della Legge 223/91 e l’esame congiunto, ai sensi dell’art. 24 D.Lgs. n. 148/2015, nel caso un'impresa richieda di accedere al trattamento di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS).
 
Il Servizio Politiche attive del Lavoro e Formazione della Città metropolitana di Bologna è competente nel caso in cui le procedure riguardino una o più unità produttive ubicate nel territorio metropolitano e l’organico aziendale sia inferiore a 250 unità.

 

 

Le causali di intervento della CIGS sono:

  • RIORGANIZZAZIONE AZIENDALE
  • CRISI AZIENDALE
  • CONTRATTO DI SOLIDARIETA'

 

La procedura di consultazione, attivata dalla richiesta di esame congiunto, deve concludersi entro 25 giorni – 10 giorni per le aziende che occupano fino a 50 dipendenti.

 

 
Procedura di licenziamento collettivo:

La legge 223/91 regolamenta i licenziamenti collettivi per riduzione del personale e la messa in mobilità dei lavoratori.


La procedura di licenziamento collettivo può essere attivata da:

  • imprese che rientrano nella disciplina dell'intervento della Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria e che, una volta ammesse a fruire di tale intervento, ritengano di non essere in grado di garantire il reimpiego di tutti i lavoratori sospesi e di non poter ricorrere a misure alternative;
  • imprese industriali che occupano piu di 15 dipendenti e imprese commerciali che occupano piu di 50 dipendenti, nel semestre precedente l'avvio della procedura in esame, e che, in conseguenza di una riduzione o trasformazione di attivita o di lavoro, intendano effettuare almeno 5 licenziamenti nell'arco di 120 giorni, in ciascuna unita produttiva o in piu unità produttive nell'ambito del territorio di una stessa area metropolitana, ovvero intendano cessare l'attivita.

 

La procedura di licenziamento collettivo inizia dalla data della comunicazione di avvio della procedura che l'azienda invia alle RSU (rappresentanze sindacali unitarie aziendali) e alle organizzazioni sindacali.

 

Ai sensi dell’art. 4, comma 6, L. 223/1991, i termini per la richiesta di incontro da parte del sindacato e delle rappresentanze aziendali sono fissati in 7 giorni dal ricevimento della comunicazione.
 
Nell’incontro si dovranno approfondire le cause che hanno determinato l’eccedenza di personale e verificare, in via preliminare, la possibilità di utilizzare diversamente il personale eccedente.
 
L’intera procedura dovrà esaurirsi entro 45 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione dell’impresa.
In caso di mancato accordo sindacale l’impresa dovrà darne comunicazione al Servizio Politiche attive del Lavoro e Formazione della Città metropolitana di Bologna (oppure al Servizio Lavoro della Regione Emilia Romagna se la procedura interessa più province di una stessa regione e l’azienda ha un numero di addetti superiore a 250 unità - oppure al Ministero del Lavoro se interessa più regioni), il quale convocherà le parti per un ulteriore esame congiunto, formulando a riguardo proposte per l’attuazione di un accordo.
 
Tale esame deve comunque esaurirsi entro il termine di 30 giorni.
 
Nel caso in cui i licenziamenti o la collocazione in mobilità riguardino un numero di lavoratori inferiori a 10, la durata dell’intera procedura (45 giorni più 30g giorni) è ridotta della metà (23 giorni più 15 giorni).
 
Raggiunto l’accordo sindacale, oppure esaurita l’intera procedura, l’azienda può procedere al licenziamento.
 
Nel caso di licenziamento collettivo a seguito di espletamento della procedura di mobilità da parte aziendale, l'azienda stessa provvede a comunicare al Servizio lavoro della Regione l'elenco dei nominativi dei lavoratori licenziati aventi diritto all'inserimento in lista di mobilità collegandosi al seguente link:
http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/crisi-occupazionale/temi/iscrizione-alle-liste-di-mobilita-1

 
Come attivare le procedure:

Le comunicazioni relative all'avvio delle procedure di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) e di licenziamento collettivo, vanno inviate per posta all'indirizzo:


Città metropolitana di Bologna
Servizio Politiche attive del Lavoro e Formazione
via Finelli 9/A
40126 Bologna (BO)

Oppure tramite PEC al seguente indirizzo: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 

E' possibile anticipare le suddette comunicazioni al numero di fax: 051/6598719

 
Riferimenti:

Lucia Basilico - 051/6598047 - lucia.basilico@cittametropolitana.bo.it
Marica Viscomi - 051/6598054 - marica.viscomi@cittametropolitana.bo.it



 
 
 
Data ultimo aggiornamento: 09-02-2016
 
 

Città metropolitana di Bologna

Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8111 - Codice fiscale/Partita IVA 03428581205
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio