salta ai contenuti

lavoro

 

Obblighi di assunzione lavoratori con disabilità

 

La legge 12 MARZO 1999, N. 68  "DISCIPLINA DEL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI" prevede all’interno degli organici aziendali di datori di lavoro pubblici e privati la presenza di QUOTE D’OBBLIGO: secondo la seguente articolazione:

 

Aziende che occupano da 15 a 35 dipendenti: n. 1 lavoratore e solo in presenza di nuove assunzioni.

L’assunzione del disabile avviene con richiesta nominativa.
L’inserimento del disabile può avvenire nell’arco di 12 mesi decorrenti dalla data  della predetta nuova assunzione. Se nel frattempo il datore di lavoro effettua una seconda nuova assunzione il disabile dovrà essere assunto  entro i termini previsti dalla legge (60 gg.) che decorreranno dalla data  della seconda nuova assunzione.
Non rientra nelle nuove assunzioni la sostituzione dei lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto o dei lavoratori cessati dal servizio che siano sostituiti entro 60 gg. dalla  cessazione.



Aziende che occupano da 36 a 50 dipendenti: n. 2 lavoratori.
Il 50% delle assunzioni avviene mediante richiesta nominativa e il residuo 50% con il meccanismo della richiesta concordata.
 


Aziende che occupano più di 50 dipendenti: il 7% del personale computabile in forza.  Il 60 % del totale delle assunzioni dei disabili avviene mediante richiesta nominativa.

 

Partiti politici, sindacati e organizzazioni che si occupano di solidarietà sociale, di assistenza e di riabilitazione senza scopo di lucro:  la quota di riserva si applica solo al totale del personale  tecnico-esecutivo o amministrativo e l’obbligo insorge solo in caso di nuova assunzione.  L’Assunzione avviene mediante richiesta nominativa.

 


Datori di lavoro operanti nel settore del trasporto pubblico aereo, marittimo e terrestre:  la quota d’obbligo viene calcolata  escludendo il personale viaggiante e navigante.

 

 
Calcolo dell'aliquota d'obbligo

Nel calcolo della “base imponibile”, dall’organico complessivo aziendale vanno sottratte le seguenti categorie di lavoratori:

  • occupati ai sensi della L. 482/68 e della L. 68/99;
  • occupati a tempo determinato non superiore a 6 mesi, anche non continuativi, calcolati sulla base delle effettive giornate lavorate;
  • soci di coop. di produzione e lavoro;
  • dirigenti;
  • apprendisti;
  • lavoranti  a domicilio;
  • lavoratori divenuti inabili durante il rapporto di lavoro per infortunio o malattia con percentuale di invalidità pari o superiore al 60 %;
  • per i  lavoratori che utilizzano contratti part-time  il numero va calcolato con riferimento alle unità equivalenti a tempo pieno.

 

Per informazioni

Unità operativa Inserimento lavorativo disabili

Responsabile: Claudia Romano
Sede: Via Finelli 9/a - 40126 Bologna

Telefono:

  • 051/6598978 per le aziende
  • 051/6598078 per le persone

 

Dal lunedì al venerdi dalle dalle 9.00 alle 12.30

 

Fax: 051.659 8719
E-mail: claudia.romano@cittametropolitana.bo.it

 

Sportello aziende
Orario di apertura al pubblico (dal 1 gennaio 2010):
Mattino: da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 13.00;
Pomeriggio: lunedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30;
04 OTTOBRE chiusura per festa del patrono;  

 

dal 1 gennaio 2016 800 28 60 40 è sospeso
 

Dal 1 gennaio 2016 il numero verde (800 28 60 40) e il servizio on line L'esperto risponde del Servizio Politiche attive del lavoro e formazione sono temporaneamente SOSPESI.
 

Per informazioni, anche sugli orari di apertura al pubblico dei Centri per l'impiego e dell'Ufficio Inserimento lavorativo disabili, visitare la pagina dedicata.

 

 
 

Data ultimo aggiornamento: 04-01-2016

Città metropolitana di Bologna

Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8111 - Codice fiscale/Partita IVA 03428581205
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio