salta ai contenuti

Europa

 

Europa

L'Ufficio Europa nasce nel 1994, con la vecchia denominazione di "Ufficio Progetti Europei", dall'esigenza di fornire un supporto utile non solo agli Assessorati della nostra amministrazione ma anche agli Enti locali del nostro Territorio.

In anni passati la Provincia di Bologna aderì anche al progetto regionale denominato "Antenne Europa" coordinato da ANCI ed UPI, per realizzare una rete di operatori che lavorano negli Uffici Europa, Uffici Politiche Comunitarie, uffici di Cooperazione Internazionale e Punti Europa e rafforzare il suo impegno sul tema.

 

Con i numerosi ed importanti cambiamenti sopraggiunti, l'obiettivo di informare sia in merito alle opportunità di finanziamento europee che alle principali Istituzioni Comunitarie è però rimasto immutato .  

Il sito tematico Europa auspica di garantire una divulgazione efficace di informazioni per favorire la partecipazione del nostro territorio alle opportunità di finanziamento europee.

 
Notizie

Concorrenza: proposta di indagine settoriale sul commercio elettronico annunciata dalla Commissaria Vestager

La Commissaria europea per la Concorrenza Margrethe Vestager ha preannunciato oggi a una conferenza a Berlino la presentazione di una proposta di indagine sulla concorrenza nel settore del commercio elettronico. In Europa sono sempre più le merci e i servizi commercializzati via internet. Al tempo stesso le vendite in linea transfrontaliere nell'UE aumentano lentamente, in parte a causa delle barriere linguistiche, delle preferenze dei consumatori e delle diverse normative vigenti negli Stati membri, ma vi sono anche indizi della possibilità che certe imprese adottino misure che limitano il commercio elettronico transfrontaliero. L'indagine di settore si concentrerebbe sul modo per migliorare l'individuazione di tali pratiche e affrontarle, in linea con l'obiettivo prioritario della Commissione di creare un mercato unico digitale connesso. La Commissaria Vestager presenterà la proposta alla Commissione nelle prossime settimane.

 

Il settore lattiero-caseario dell’UE si prepara all'abolizione delle quote latte

Il regime delle quote latte dell’UE giunge a termine il 31 marzo 2015. Introdotto per la prima volta nel 1984, in un momento in cui la produzione dell’UE eccedeva di gran lunga la domanda, ha rappresentato uno dei primi strumenti creati per superare le eccedenze strutturali. Le successive riforme della politica agricola comune dell’UE hanno orientato il settore sempre più al mercato e, in parallelo, hanno fornito una serie di strumenti più mirati per contribuire a sostenere i produttori in zone vulnerabili, come quelle montuose, dove i costi di produzione sono più elevati. La decisione sulla data ultima per l'abolizione dei contingenti è stata presa per la prima volta nel 2003, in modo da fornire maggior flessibilità ai produttori dell’Unione per soddisfare l’aumento della domanda, soprattutto sul mercato mondiale. La data è stata riconfermata nel 2008, accompagnata da un ventaglio di misure intese a realizzare un cosiddetto «atterraggio morbido». Nonostante le quote, negli ultimi 5 anni le esportazioni UE di prodotti lattiero-caseari sono aumentate del 45% in volume e del 95% in valore. Le proiezioni di mercato indicano che le prospettive di crescita per il futuro rimangono forti — in particolare per quanto riguarda i prodotti a valore aggiunto quali i formaggi, ma anche per gli ingredienti utilizzati nei prodotti alimentari, nutrizionali e sportivi.

 
   2  3  4  5  6  7  8  9  10   Successive  
Appuntamenti

Over meet Under

Milano, 30 marzo 2015, ore 18.00

Presso la Palazzina Liberty di Largo Marinai d'Italia si svolgerà un incontro dedicato al matching professionale tra manager e imprenditori over 50 e giovani professionisti under 30.

 

All’evento parteciperanno l’Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca di Milano Cristina Tajani e il Direttore dell'Ufficio di Milano della Rappresentanza in Italia della Commissione europea  Fabrizio Spada che introdurranno  la serata.

Successivamente gli under 30 racconteranno le proprie idee di business in un barcamp e verrà poi organizzato uno “speed-dating” tra over50 e under30 per creare potenziali collaborazioni.

 

"La nuova normativa europea degli aiuti di stato e il ruolo dei giudizi nazionali".

Milano, 30 - 31 marzo 2015

Prosegue l’attività di formazione avanzata in materia di aiuti di Stato e sul ruolo dei giudici nazionali.

Il Seminario destinato ai dirigenti e ai funzionari pubblici, è organizzato dal Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall'Agenzia per la coesione territoriale, in collaborazione con la Commissione europea in attuazione dell’Accordo di partenariato 2014-2020.

Il 30 marzo ( 9 - 18) , saranno trattati i seguenti temi:
-  "Il ruolo dei giudici nazionali nelle controversie in materia di aiuti di Stato". 
- "Il riparto di giurisdizione in materia  tra giudice ordinario, amministrativo, tributario  e l’eventuale connessione con il procedimento penale".

Il  31 marzo, ( 9 - 17)  saranno trattati:
- "Il divieto generale degli aiuti di Stato ed il regime di esenzione previsto dalla nuova normativa europea di modernizzazione degli aiuti di Stato”
 - “Il nuovo regime delle responsabilità degli Stati membri”

 

   2  3  4   
Contatti:

A. Tiziana De Nittis
Città Metropolitana di Bologna

Settore - Sviluppo Economico e

Settore - Servizi alla persona e alla comunità
Via Bendetto XIV, n. 3 - IIIp. st.5 - 40125 Bologna
Tel. 051 659 8539 / Fax. 051 659 8606
email: apolloniatiziana.denittis@cittametropolitana.bo.it
Skype: tdenittis

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Città metropolitana di Bologna

Via Zamboni, 13 40126 Bologna - Centralino 051 659 8111 - Codice fiscale/Partita IVA 03428581205
e-mail: urp@cittametropolitana.bo.it - Posta certificata: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it

 
torna ai contenuti torna all'inizio